Servizio antibufala: le schede bianche e nulle non sono voti validi!

[19/03/2008] Visto che avevo tanto da scrivere, ho fatto un altro post di aggiornamento.

[10/04/2008] E lo so che sei pigro, ma forse ti conviene leggere tutta la storia, perché nella  parte terza ci sono le ultime novità e altri chiarimenti importanti

——————–

(Provo a fare concorrenza a Paolo Attivissimo. :-) )

Circola da giorni un appello che invita a rifiutare la scheda, senza votarla, per non permettere di far confluire le schede bianche e nulle nel premio di maggioranza.

Sul blog di Sabina Guzzanti trovate una versione del testo dell’appello.

Riporto le due parti fondamentali dell’appello:

“Quando si va al seggio e dopo che le schede sono vidimate si dichiarache ci si rifiuta di votare e si vuole che sia messo a verbale.Le schede di rifiuto sono CONTATE e sono VALIDE, contrariamente alle schede nulle o bianche o all’astensione dal voto.[…]

Altresì le schede bianche e nulle, fanno sì percentuale votante, masono ripartite, dopo la verifica in sede di collegio di garanzia che neattesti le caratteristiche di bianche o nulle, in un unico cumulo daripartire nel cosiddetto premio di maggioranza… […]”

Ovviamente  quanto dice l’appello è falso. Basta leggere le istruzioni del Ministero dell’Interno:

“Accedono alla ripartizione le coalizioni che abbiano raggiunto complessivamente, sommando le cifre elettorali nazionali di tutte le liste componenti, il 10 per cento del totale dei voti validi, […]

Sono ammesse, altresì, le singole liste non collegate che abbiano ottenuto almeno il 4 per cento dei voti validi nazionali, nonché liste collegate a coalizioni non ammesse, ma che abbiano raggiunto singolarmente tale soglia […]

Tra le coalizioni e le singole liste ammesse sono ripartiti complessivamente 617 seggi […] utilizzando la formula proporzionale dei quozienti interi e dei più alti resti. Ciò si verifica se, al termine di questa operazione, una delle coalizioni o delle liste singole abbia ottenuto almeno 340 seggi (corrispondenti circa al 55 per cento dei seggi da assegnare); in caso negativo, la quota di maggioranza (340 seggi, appunto) viene attribuita alla coalizione o alla lista singola con la maggiore cifra elettorale nazionale.

Si procede, di conseguenza, alla ripartizione dei restanti 277 seggi tra le altre coalizioni o liste singole.I seggi conquistati da coalizioni sono poi ripartiti, sempre sul piano nazionale, tra le liste componenti. A ciascuna ripartizione interna sono ammesse le liste che abbiano ottenuto almeno il 2 per cento dei voti e la maggiore tra le liste eventualmente sotto tale soglia […] Anche in tal caso, viene utilizzata la formula dei quozienti interi e dei più alti resti. I seggi complessivamente spettanti a ciascuna formazione politica sul piano nazionale sono poi suddivisi tra le 26 circoscrizioni, in rapporto alla distribuzione territoriale dei voti delle coalizioni e delle singole liste.[…]”

Analoga cosa per il Senato. In ogni caso si parla  solo ed esclusivamente di voti validi. Le schede nulle e bianche non  vengono prese in considerazione nell’assegnazione dei seggi.

Rifiutare la scheda nel seggio elettorale serve solo a innervosire il personale del seggio e a rallentare le operazioni di votazione.

E’ invece cosa buona e giusta, se si vuole annullare il proprio voto, non votare scheda bianca. Questo per evitare eventuali brogli elettorali.

ilcomiziante

Riferimento legislativo:

Legge 21 dicembre 2005 n.270

Modificato il 16/03/2008

Aggiornamento 16/03/2008:

Lacomiziante, mia moglie, mi avverte che un appello analogo circolava anche nelle precedenti consultazioni elettorali. In effetti Attivissimo fa anche la storia della bufala. Io, invece, sono pigro e non la farò. :-) Poi bisognerebbe anche consultare il manuale di istruzioni per il seggio elettorale per sapere cosa succede alla scheda non votata e rifiutata. Appena me ne capita una copia sotto mano guardo e vi faccio sapere.

Aggiornamento 19/03/2008:

Visto che avevo tanto da scrivere ho fatto un altro post di aggiornamento.

Tag:

29 Risposte to “Servizio antibufala: le schede bianche e nulle non sono voti validi!”

  1. sinigagl Says:

    Le schede bianche o nulle potrebbero anche essere determinanti…Dal nuovo sito http://www.politiche08.org si evince chiaramente che il voto al Senato potrebbe portare ad un pareggio! La legge elettorale ha un effetto perverso: il PdL potrebbe conquistare 14 regioni su 20 ed ottenere come risultato di avere gli stessi seggi della maggioranza dell’Unione nel 2006, ovvero 158. L’effetto è dato dalle tre distorsioni effettuate dal “porcellum”: per prima cosa tutto è fatto a livello regionale, si tratta in verità di 20 piccole elezioni e non di una elezione nazionale, con ben 8 regioni “in bilico”, ovvero con un distacco minore del 4% tra PdL e PD. E’ chiaro quindi che il guadagno o la perdita di anche una sola regione può essere sufficiente per passare dalla vittoria alla sconfitta per una coalizione. Poi non viene premiato chi vince “molto”: se una coalizione è vicina al 55% non vengono assegnati seggi in premio, questo penalizza il PdL che in alcune regioni non riceve senatori in più. Infine la soglia di sbarramento dell’8% ne mette in forse il superamento da parte dell’UDC (in quasi tutte le regioni) e della Sinistra Arcobaleno (in molte regioni): questi seggi potrebbero andare di volta in volta all’una o all’altra delle coalizioni maggiori, cambiando così radicalmente la composizione del Senato.

    Mi piace

  2. ilcomizietto Says:

    @sinigagl
    >Le schede bianche o nulle potrebbero anche essere determinanti…

    Come potrebbero se i seggi sono assegnati in base ai voti validi?

    Il resto del ragionamento riguarda in realtà un altro aspetto delle votazioni: quanto è fedele la ripartizione dei seggi rispetto alla volontà popolare. Su questo tema ci si potrebbe scrivere un trattato. :-)

    Mi piace

  3. Elezioni: schede bianche e nulle. Says:

    […] qui un post che spiega in modo piuttosto esauriente il perchè i voti non validi non vengono […]

    Mi piace

  4. mauro oziani Says:

    La scheda NULLA è ANONIMA, nel senso che si considera nulla ANCHE PER UN ERRORE dell’elettore (es. ha capito male come si vota).
    Invece NON VOTARLA testimonia di persona e rimane verbalizzata (cioè scritta nel librino che si chiama “verbale”) la MOTIVAZIONE per cui ci si è rifiutati di non votare!

    Mi piace

  5. ilcomizietto Says:

    @Mauro Oziani
    1) Chi pensi che legga i verbali?
    2) Se non vai a votare, protesti in modo NON anonimo. TU risulterai non aver votato.

    Forse ti aiuterà l’aggiornamento del post.

    Mi piace

  6. fabrizio Says:

    L’altra mattina ero in auto e sentivo la radio. La dj se n’è uscita co sta storia del decreto presidenziale (n.104 millenovecento e qualcosa)che ti da la possibiltà di “votare senza votare”. Ha detto che nell’assegnazione del premio di maggioranza sarebbero state contate anche le schede bianche. Naturalmente la possibiltà di mettere nero su bianco la motivazione del mio non voto, unita a quella di adempiere al dovere civico nostro senza votare il ladro meno peggio era di conforto. Quando parlano i media è tutto bello però. Informandomi l’unico dpr 104 che parla di legge elettorale è di qualche hanno fa ed è un integrazione della legge 459 del 2001. “Norme per l’ esercizio del diritto di voto dei cittadini italiani residenti all’ estero ”
    Praticamente non c’entra una mazza con quello che aveva detto la ragazza in radio. Scoprire il vostro sito ha finalmente fermato le mie ricerche ossessive sul web per raggiungere la chimera di poter “votare senza votare”. Peccato! Non era una brutta idea…
    Poi dopo la doccia fredda ripensavo al fatto che non sta ne in cielo ne in terra sta cosa del conteggio delle schede bianche, visto che se nn vado errato il premio scatta automaticamente e rimpiazza i seggi che sono rimasti liberi a causa dei voti spezzettati ai partiti che non superano la soglia di sbarramento, credo…spero…

    Mi piace

  7. Claudio Says:

    Meglio firmare la scheda. Le bianche possono essere trasformate in valide, basta incollarsi una mina di matita (ma perchè non si usa la biro?) sotto un’unghia, dopo aver profumatamente pagato il presidente o lo scrutatore….

    Mi piace

  8. cekki Says:

    le matite non sono normali matite, ma le cosidette matite copiative (roba di 70 anni fa per intenderci…). hanno la particolarità che se si inumidisce la scritta fatta con una di queste matite, resta una traccia violastra e quindi indiscutibilmente riconoscibile… le biro non fanno cio’.

    Mi piace

  9. ilcomizietto Says:

    @claudio e cekki

    Forse questo spiega qualche vostro dubbio:

    http://it.wikipedia.org/wiki/Matita_copiativa

    Mi piace

  10. lamberto Says:

    Sono anch’io interessato alla questione.
    Sul fatto delle schede bianche devo far notare che all’indirizzo sotto riportato risulta che hanno un peso o possono avere un peso nell’attribuzion del voto di maggioranza.

    Riporto la parte relativa: “(..) I conteggi si fanno sui voti validamente espressi e non in base al numero dei votanti, quindi le schede nulle non sono conteggiate.
    Le schede bianche, invece, possono influire sul conteggio finale. Hanno un peso, ad esempio, per l’assegnazione del premio di maggioranza o sui conteggi per la validità delle elezioni; in quest’ultimo caso se il numero dei votanti (schede bianche più schede con voti espressi) è inferiore al 50% degli aventi diritto, le elezioni non sono valide e si deve tornare alle urne.
    (..)

    Si veda:
    http://www.governoinforma.it/pillole/domande-e-risposte/2008/marzo/schede-nulle-e-bianche.aspx

    Mi piace

  11. ilcomizietto Says:

    @lamberto
    Interessante il link, ma penso che ci sia un errore in quanto scritto in quella pagina. Controllero’.

    Mi piace

  12. Vilma Says:

    La bufala vera è la legge elettorale che con un meccanismo perverso ci impedisce di votare! Un sito serissimo che da’ spiegazioni su come protestare con un non voto che non sia una scheda bianca:

    http://www.riforme.info/noschede2008

    ci sono anche le istruzioni su come comportarsi al seggio, i moduli prestampati da presentare al Presidente del seggio e una lista di FAQ.

    Finalmente ho capito cosa fare a queste elezioni!

    Mi piace

  13. ilcomizietto Says:

    @Vilma
    Interessante link anche questo.

    Sottolineo il fatto che qui, correttamente, non si parla di premio di maggioranza fatto con schede bianche e nulle.

    Sottolineo che non sono *contro* questa protesta, semplicemente penso sia *inutile*. Oguno valuti come crede.

    Rimane il dubbio sollevato dal link di Lamberto. Vedremo di capirci qualcosa.

    Mi piace

  14. Schede bianche e nulle parte terza « Ilcomizietto - blog Says:

    […] al commento di Vilma ho scoperto questo interessante […]

    Mi piace

  15. rosario Says:

    Non sarebbe meglio scrivere tutti sulla scheda la stessa frase, esempio:
    Io non voto il porcellum.
    In questo modo le schede sono nulle e’ la volonta’ e’ manifesta.
    Ciao.

    Mi piace

  16. Roberto Says:

    Poniamo uguale a 100 il numero dei votanti, di coloro cioè che compilano in qualche modo la scheda e la pongono nell’urna.
    Supponiamo che risultino 90 voti validi(V), 6 voti nulli (N) e 4 schede bianche(B).
    Le percetuali dei voti acqisiti da ogni singolo partito vanno riferite a 90 (come credo) o a 96 o a 94 o addirittura a 100 ?
    Nel primo caso, il numero delle schede “perse” contribuisce favorevolmente al raggiungimento della quota di sbarramento per i piccoli partiti.
    Qual’è in sostanza l’effetto, in particolare, delle schede bianche ? Per il premio di maggioranza? Se ci fosse una massiccia quota di schede bianche, di coloro cioè che vogliono esprimere la loro “bocciatura” per tutti indistintamente, servirebbe a qualcosa, anche nell’ottica di quanto precede ?
    Un saluto

    Mi piace

  17. ilcomizietto Says:

    @Roberto
    I seggi sono ripartiti fra i voti *validi*, e anche le percentuali che vedreai sui giornali si faranno sui soli voti validi. Chi non vota, vota scheda bianche o nulla NON determinerà la persona che siederà in Parlamento.

    Chi non vota, vota scheda bianca o annulla il voto esprime in modo democratico il proprio dissenso nei confronti dell’intera classe politica.

    Mi piace

  18. 13-14 aprile « Stato Erello - Super G Says:

    […] Se non mi credete date un occhio qui, c’è il testo della legge https://ilcomizietto.wordpress.com/2008/03/13/servizio-antibufala-le-schede-bianche-e-nulle-non-sono-… […]

    Mi piace

  19. IMPORTANTE! come votare scheda nulla - Videogiochi Forum su Multiplayer.it Says:

    […] nella totale assenza di schede bianche o nulle… * 1 settimana fa Riferimenti: legge elettorale Servizio antibufala: le schede bianche e nulle non sono voti validi! Ilcomizietto – blog qui trovi anche i link ai riferimenti normativi Governo informa – comunicazione e dialogo con i […]

    Mi piace

  20. Rifiutare la scheda elettorale ovvero torna l’appello “pochi sanno, fai girare…”. Ma anche no, aggiungo io. « Paoblog Says:

    […] Il Comizietto ha fatto chiarezza spiegando che: quanto dice l’appello è falso. Basta leggere le istruzioni del […]

    Mi piace

  21. DP Says:

    Il testo preso in esame è certamente erroneo circa la validità delle schede rifiutate. Detto questo l’astensionismo attivo è una pratica possibile, tanto che il ministero sta istruendo con apposita circolare le prefetture, queste i comuni e questi ultimi i presidenti di sezione elettorale. Lo scopo di chi pratica l’astensionismo attivo è non assecondare elezioni che si svolgono con legge elettorale illegittima a causa (soprattutto) dell’impossibilità di esprimere preferenza.

    Mi piace

  22. free-fly Says:

    @DP ma in generale per tutti: se si vuole fare notizia, ovvero dare informazioni utili bisogna riportare la fonte di ciò che si asserisce, altrimenti si crea solo confusione e si porta la gente a commettere anche gravi errori.
    Per cui se gentilmente dimostri la veridicità delle tue affermazioni specificandone la provenienza fai cosa veramente gradita; anche perché guardacaso circa due ore fa il mio avvocato che è anche un amico, mi ha confermato che non esiste un sistema legale per rifiutarsi di votare dopo essersi presentato al seggio.

    A chi invece legge perché in cerca di notizie utili a sanare i suoi dubbi, consiglio vivamente di non dare troppo peso a ciò che trova in rete, se non supportato da organi ufficiali.
    Qui non si parla della ricetta della torta della nonna; se uno si presenta al seggio con la pretesa di rifiutare la scheda e insiste perché convinto che ciò che ha letto su internet è sacrosanta verità, rischia una denuncia, se non addirittura un arresto immediato per turbativa. E’ già accaduto nelle precedenti elezioni; ha rischiato grosso anche un mio collega di lavoro.

    — Lo scopo di chi pratica l’astensionismo attivo è non assecondare elezioni che si svolgono con legge elettorale illegittima a causa (soprattutto) dell’impossibilità di esprimere preferenza. —

    Legge elettorale illegittima? Questo è ciò che sostiene la maggioranza degli Italiani, sottoscritto compreso, ma dato che nessun organo competente lo ha per ora dichiarato, asserire questo al presidente di un seggio paventandolo come motivazione per rifiutare la scheda, significa turbare il normale svolgimento delle elezioni, rischiando quanto sopra esposto.

    Mi piace

  23. free-fly Says:

    Sul sito della Prefettura di Firenze ho trovato una circolare in merito. La trovate alla voce “Speciale elezioni 2013”. A pagina 4 tra le varie spiegazioni evidenzio la seguente frase: “Non devono essere conteggiati tra i votanti gli elettori che, dopo la registrazione, si rifiutino di ritirare le schede”

    1) Quindi non c’è differenza tra starsene a casa e andare al seggio per poi rifiutare le schede.
    2) Da nessuna parte della circolare si parla di eventuale diritto a verbalizzarne le motivazioni.
    3) Si tratta di una circolare dispositiva circa le procedure da mettere in atto da parte dei presidenti dei seggi, non basata su nessun particolare articolo di legge; altrimenti sarebbe stato citato l’articolo di riferimento.

    Perciò, secondo me questa indicazione è stata data esclusivamente per evitare inutili discussioni e il rischio di tafferugli qualora qualche elettore usasse troppa insistenza nel pretendere ciò che di fatto non è mai stato previsto nel procedimento elettorale.

    Per cui analizzando il tutto è evidente che tra starsene a casa e rifiutare le schede, la prima è sicuramente la più facile; anche perché ci si potrebbe trovare difronte ad un presidente di seggio non ben informato che non vuole dare seguito alla nostra richiesta e se insistiamo ha la facoltà di far intervenire le forze dell’odine, che non è detto che siano a conoscenza della facoltà del presidente di accettare la nostra richiesta, e comunque sono tenute a prendere atto che il presidente ritiene che stiamo dando vita ad una turbativa. Certo dopo ci si potrà difendere difronte ad un giudice, ma forse è meglio evitarsele certe grane.

    Se invece rendiamo nulla la scheda, avremo assolto al nostro dovere di elettori e non favoriremo nessun candidato, visto che le schede nulle non vengono assegnate a nessuno.

    Questo è il mio modesto parere, poi ovviamente ognuno farà ciò che vuole, come è giusto che sia.

    Mi piace

  24. free-fly Says:

    @ilcomizietto
    Figurati.
    Credo che chi apre un blog su certi temi, lo faccia con lo scopo di aprire un confronto tra le persone; questo comprende anche lo scambio di informazioni e notizie, altrimenti che senso avrebbe?

    Mi piace

  25. free-fly Says:

    Ho finalmente trovato un documento ufficiale che spiega alla perfezione la questione del rifiuto di ritirare le schede elettorali. E’ una circolare che si trova sul sito di alcune prefetture, che contrariamente a quella che avevo indicato prima sul sito della Prefettura di Firenze che è molto sintetica, questa è completa e conferma le deduzioni che ne avevo tratto, ma che erano solo deduzioni personali, prive di fondatezza giuridica.
    Di seguito vi metto il link della circolare. Nella pagina che vi si apre dovete scaricare il PDF “Circ. 13_1203 Rifiuto ritiro scheda da parte dell’elettore ”

    http://www.prefettura.it/biella/contenuti/1588281.htm

    Ne cito le parti essenziali:
    Oggetto: Operazioni di voto dell’ufficio elettorale di sezione. Rifiuto da parte dell’elettore di ritirare la scheda elettorale.

    Il Ministero dell’interno.. (omissis) .. con Circolare n. 19/2013, a seguito di numerosi quesiti e richieste di chiarimento in merito ad una possibile forma di astensione dal voto, con possibile rifiuto della scheda elettorale ed eventuale richiesta di verbalizzazione di dichiarazioni di astensioni o proteste di vario contenuto, ha reso noto quanto di seguito riportato.
    (omissis).. Invece , il rifiuto della scheda non trova una specifica disciplina normativa ma non può certamente ritenersi vietato; l’elettore, infatti, può richiedere specificamente al presidente del seggio di voler votare solo per alcune e non per tutte le consultazioni in cosro (e di voler ricevere, quindi, solo alcune schede) oppure può dichiarare di voler rifiutare tutte le schede.

    (Omissis).. Al riguardo, si ritieneche, in tali evenienze, il presidente del seggio – al fine di non rallentare il regolare svolgimento delle operazioni – possa prendere a verbale la protesta dell’elettore e il suo rifiuto di ricevere la scheda, purché la verbalizzazione sia fatta in maniera sintetica e veloce, con l’annotazione nel verbale stesso delle generalità dell’elettore, del motivo del reclamo o della protesta, allegando anche gli eventuali scritti che l’elettore medesimo ritenesse di voler consegnare al seggio.
    Per quanto attiene la rilevazione del numero degli elettori, appare utile rammentare che coloro che rifiutano la scheda non dovranno essere conteggiati tra i votanti della sezione elettorale.

    Questa è la risposta ufficiale del Ministero di cui vengono riportati gli estremi nella circolare stessa ma che io ho omesso per dovere di sintesi.

    Alla luce di questo le mie riflessioni sono queste:
    1) E’ definitivamente appurato che non è vietato rifiutare le schede (ovviamente il tutto deve svolgersi con la massima pacatezza, educazione e gentilezza e senza turbare o rallentare lo svolgimento delle votazioni)
    2) Resta comunque confermato che ai fini dei conteggi, tale procedura equivale all’astensione (starsene a casa). Ma la differenza sostanziale tra le due cose è che con il rifiuto verbalizzato dimostriamo di non essercene fregati (tipo non ho voglia di uscire per votare, preferisco guardare la partita), più semplicemente ci siamo recati al seggio ma non riconoscendo tra i candidati, nessuno che ci possa rappresentare, non siamo in grado di esprimere un voto, in quanto non sarebbe coerente con le nostre idee.
    Di fatto credo che in questo modo nessuno possa imputarci il fatto di non aver assolto al nostro dovere; anche se dal punto di vista legale la cosa risulta ambigua. Ma secondo me il nostro dovere è quello di dimostrare di esserci presentati per assolvere alla convocazione, non quello di esprimere una preferenza. Infatti obbligarci ad esprimere una preferenza sarebbe palesemente anticostituzionale.

    3) In conclusione secondo me, essendo la procedura lecita, anche se un pochino macchinosa, è preferibile all’astensione vera e propria, poiché essendo verbalizzata la motivazione del non voto, abbiamo assolto al dovere di presentarci al seggio.

    Vorrei aggiungere una nota finale:
    chi avesse intenzione di perseguire questa strada, è meglio che si scarichi la circolare dal sito indicato e se ne stampi una copia da far eventualmente leggere all’eventuale presidente di seggio male informato; onde evitare discussioni e vedersi respinta la richiesta. Soprattutto perché ho notato che non tutte le Prefetture hanno emesso una circolare completa di tutta la risposta del Ministero.

    Sia ben chiaro che io non sto spingendo nessuno a fare tale scelta: ognuno decida per se. Sono intervenuto solo per fare chiarezza su una questione tanto dibattuta, ma della quale non si riesce a trovare esatta informazione quasi da nessuna parte. Io stesso ho faticato a trovare la versione ufficiale del Ministero per mia personale informazione; e visto che l’ho trovata ho deciso di renderla nota esclusivamente come informazione e non certo come istigazione o forzatura.

    Mi piace

  26. 2756 | Ilcomizietto Says:

    […] blog. (Mio record giornaliero.) Sono diventato improvvisamente famoso? No. Tutti a leggere una cosa scritta nel 2008. Non ho […]

    Mi piace

  27. sabrina Says:

    la mina incollata sotto l’unghia? presidente pagato profumatamente? claudio dovresti informarti su quanto ci danno prima di scrivere….ho fatto le 5,30 di mattina per aiutare un altro presidente che si era incartato e prenderò comunque 187 euro….poi io vado lì più perché mi piace che per i soldi, considerato quanto tempo passo lì: sabato 16,00-19,00
    domenica 7,30-22,15 lunedì 6,30-5,30 del martedì…fatti due conti e dimmi se mi hanno pagato profumatamente…e poi non pensate sempre che ci sia del dolo in ogni cosa che si fa nei seggi: noi come voi vogliamo che tutto si svolga regolarmente e il più agevolmente per tutti…ho dato buone delle schede che in altre sezioni hanno dato nulle, questo per dirti che il mio primo criterio è sempre e comunque il FAVOR VOTI, cercare cioè di interpretare il più possibile la volontà dell’elettore. Questo a difesa mia e dei presidenti in buona fede come me, e ti garantisco che sono la maggioranza. Sabrina

    Mi piace

  28. Affluenza elettorale – previsioni | Ilcomizietto Says:

    […] una previsione sull’affluenza di domani. Prendo come spunto questo mio post, che puntualmente, all’avvicinarsi delle votazioni, mi porta fra i protagonisti (cof! cof!) […]

    Mi piace

Il tuo comizio:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: