Fastweb parte seconda (e spero ultima)

Dopo solo 5 mesi di attesa il mio numero Telecomitalia è diventato Fastweb. La causa di questi tempi biblici non è, come pensavo, l’aver passato l’utenza da mia moglie a me o all’avere avuto il CPS. Da quello che si è lasciato sfuggire l’operatore Fastweb che ha seguito il mio caso, il numero Telecomitalia risultava installato in un altra via rispetto a quella reale. Risultato: è stato necessario l’intervento umano per correggere l’errore nel data base e riavviare la procedura “automatica” di trasferimento.

Di questi errori (o analoghi), dove è necessario l’intervento umano, ce ne sono molti (altra fonte Fastweb), ma in percentuale bassa rispetto alle nuove utenze Fastweb. Poiché Fastweb non ha interesse ad investire per rendere celere la risoluzione di questi problemi, il risultato è che lo sfortunato utente si trova impigliato per mesi in questi incubi telematici.

La buona notizia è che, diversamente da Telecomitalia, dove si è sempre trattati come dei rompiscatole, mi è stato riconosciuto un danno economico di 100 euro (che ritengo adeguato).

Tutto è bene ciò che finisce bene, ma ora ho un po’ di paura a cambiare operatore telefonico del cellulare. Già qualche anno fa provai a cambiarlo tentando di mantenere il numero, ma dovetti desistere. Non vorrei ripassare altri 5 mesi di disservizi telefonici.

ilcomiziante

Powered by ScribeFire.

Tag: , ,


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: