40 di LeScienze: il DVD inutilizzabile

Tanto tempo fa ero un appassionato lettore di Le Scienze, unico vero giornale di divulgazione scientifica in Italia. Lo è ancora oggi ed essendo unico è anche il migliore.

Ma da qualche anno non sono più suo lettore. Perché? Iniziò tutto con l’ordinazione di un raccoglitore, quel supporto di cartone rigido che consentiva di raccogliere e tenere in piedi 6 numeri della rivista. Dopo un anno dall’ordinazione, dopo numerose telefonate, del raccoglitore non vi era traccia e desistei. E poi altre cose, che ora non ricordo, ma alla fine lasciai stare tutta la rivista. Non avevo voglia di avere in casa riviste impolverate e sprecare tempo con un servizio clienti pessimo.

Poi lo scorso mese Le Scienze pubblica 2 DVD con 40 anni di rivista, fino al 2008, al magico prezzo di 14,90 euro. Li compro per leggere svariati articoli introvabili, infilo il DVD nel porta tazza e… Da non crederci: non posso leggere l’articolo! A video il testo risulta troppo piccolo per essere letto, lo stampo e mi stampa una pagina sì e una no, non è possibile fare il copia/incolla e il file è nel formato SWF (*) (Shockwave Flash). [Se qualcuno sa come trasformare il formato SWF in qualcosa di più maneggevole, lasci un commento.]

E’ possibile che mi sia lasciato contagiare dalla sindrome dell’utonto e che una soluzione a questi problemi sia possibile, ma che fa uno meno tenace del sottoscritto? Butta i DVD e starà ben lontano dal Le Scienze. Io terrò i DVD, ma dovranno ripassare altri 5 anni prima di ricomprare qualcosa di Le Scienze.

ilcomiziante

(*) ho censurato cosa ne penso del formato SWF. Erano tutte imprecazioni e volgarità.

Aggiornamento 16/10/2008:

Ho contattato l’assistenza e mi hanno spiegato che hanno memorizzato la scansione delle pagine in formato A3 e per stampare correttamente la pagina ci vorrebbe una stampante A3. In tutta la mia vita da smanettone ho visto solo una volta una stampante A3 ed ero in una stamperia. La cosa singolare è che una stampante A3 non è indicata fra i requisiti tecnici richiesti per usare il DVD (in compenso c’è scritto che bisogna avere un lettore DVD sul pc. Chi l’avrebbe mai detto? :-> )

L’assistenza mi ha detto che comunque è possibile stampare l’articolo su A4, basta mettere l’orientamento della stampa “orizzontale” e il flag “adatta alle dimensioni”. Ma non c’è stato verso. Ho provato anche “riduci al 50% il formato originale”. Ho ottenuto sempre e solo un quarto di pagina, nel secondo caso ridotto al 50% (sic!). Per la cronaca ho usato una stampante HP Laserjet 4100tn su Win XP Pro, SP3, Ita. A casa proverò con una stampante HP DeskJet 840c su Win XP Home, SP3, Ita. Se non riuscirò, vi racconterò l’avventura di chiedere un rimborso a Le Scienze.

Aggiornamento 24/10/2008:

Con la stampante HP DeskJet 840 ho avuto ben poca fortuna: non c’è nemmeno il flag “adatta alle dimensioni” e quindi non ho avuto nessuna stampa leggibile. Ho invece trovato lo zoom a video; era davanti ai miei occhi, ma non ci avevo fatto caso. Un caso di utontite. :-) Però hanno fatto le cose bene, quelli di Le Scienze: lo zoom non serve a nulla! Nel senso che, data la qualità della scansione (bassa), leggere un intero articolo sul monitor, anche con lo zoom, richiederebbe una pazienza notevole e un paio d’occhi bionici, perché quelli biologici, dopo poco, sono in lacrime. Ho chiesto il rimborso dei DVD.

Aggiornamento 27/10/2008:

Grazie a Giuliano e all’assistenza di Le Scienze sono riuscito a stampare le pagine A3 della rivista su un A4. Come? Ti installi una stampante virtuale che ti genera un pdf e poi stampi, aprendo il pdf generato con Acrobat Reader, su A4 con l’opzione “adatta alle dimensioni” e orientamento “orizzontale”. Siccome così è possibile farlo e con il file swf originale no, deduco che il file con formato swf abbia qualche problema che impedisce la stampa su A4.

E adesso commento la stampa ottenuta: uno schifo. Per essere più obiettivi e articolati: caratteri minuscoli e mal definiti.

Continuo a richiedere il rimborso.

Aggiornamento 24/11/2008:

Mi ha risposto il Direttore e mi ha detto:
1) scordati il rimborso (ma è colpa dell’ufficio commerciale, cattivo, cattivo, cattivo!);
2) non è il primo che ci segnala dei problemi col DVD;
3) provi a stampare così: “di un articolo stampo prima le pagine pari, in formato A4, e poi le pagine dispari, dopo aver ruotato la pagina A3 a video di 180 gradi. In questo modo la stampa mi riesce più leggibile, senza dover ridimensionare il tutto.”

Aspetterò altri 5 anni prima di ricomprare qualcosa di Le Scienze.

Powered by ScribeFire.

Tag:

13 Risposte to “40 di LeScienze: il DVD inutilizzabile”

  1. Massimo Says:

    Per aprire i file .swf basta installare shockwave player:
    http://www.adobe.com/products/shockwaveplayer/
    e si potranno aprire gli articoli dal browser; risulteranno perlomeno leggibili,
    dato che in effetti l’interfaccia grafica fornita con i DVD è… è… vabbè lo dico una gran **R**; del resto non mi aspettavo di meglio.
    Ovviamente gli articoli sono semplici scansioni, dato che l’OCR sarebbe stato troppo costoso.

    Mi piace

  2. ilcomizietto Says:

    @massimo
    Il player in realtà è un plug-in per browser che mi consente si di vedere il file con il browser ma non mi risolve di molto la leggibilità (con Opera non mi fa lo zoom) e nemmeno la stampa. Farò delle prove prossimamente e vi farò sapere.

    Mi piace

  3. Giuliano Says:

    Ho provato a visualizzarli con Internet Explorer 7 e con Google Chrome.
    Il risultato è decisamente migliore del visualizzatore su DVD (sto utilizzando un monitor LCD da 19″ 1280×1024), è possibile zoommare e stampare, me è ancora abbastanza difficile leggere. Per stampare si può convertire in PDF (A3) poi ci fai quello che vuoi.

    Buona lettura a tutti.

    Mi piace

  4. Walter Says:

    uauuuuu! pensare che io non ho ancora ricevuto nè DVD nè nuovo abbonamento anche se ho fatto bonifico da più di un mese!!!
    ora provavo a chiamare il servizio clienti, ma so cosa mi aspetta!
    Walter

    Mi piace

  5. Roberto Says:

    L’ultima soluzione proposta dal direttore è una bella furbata; perlomeno sono riuscito a stampare degnamente un articolo dal dvd finalmente! Che devo dire… a quel prezzo resta un’opera meritoria perché mi permette di avere tutto lo scibile di “Le Scienze” per qualsiasi ricerca o pura curiosità, ma si poteva fare un minimo meglio lasciando il formato PDF di ogni articolo e garantendo una stampa comoda, veloce e di qualità superiore a questa.

    Mi piace

  6. me Says:

    daje direttò, bella idea, la prossima volta fatteli venì in fase di programmazione’sti colpi di genio

    Mi piace

  7. Roberto Says:

    Stavo giusto per sottoscrivere un abbonamento a 39,00€ con l’offerta dei 2 DVD entro il 30 giugno 2010, soprattutto questi ultimi mi sembravano particolarmente appetibili… ma dopo quanto prospettato… con tutto il rispetto per la rivista e l’opera di divulgazione scientifica… credo che ritornerò sui miei passi.
    Grazie mille per le info!
    vabbè…non tutto ciò che luccica…!

    Mi piace

  8. GF Says:

    Ho comprato anch’io i due DVD nel 2008 perché sono un grande appassionato di scienze. Ho provato i DVD su pc e mac. Il risultato? In due anni non ho letto nessun articolo, problemi con la semplice lettura, scrolling disastroso, progetto editoriale scandente. Non butto i DVD solo per i soldi spesi, ma vi sconsoglio vivamente di sprecare i vostti soldi in questo modo. Vi diro’ di più, non vale neanche la pena di masterizzarlo o scaricarlo illegalmente, il prodotto é un vero schifo e sono davvero incazzato.
    ciao

    Mi piace

  9. caleb Says:

    Mi chiedo come mai in italia qualunque cosa si faccia, venga fatta di m…..
    Da persone che dirigono una rivista di tutto rispetto e da piu’ di 40 anni ci si aspetterebbe che le cose siano fatte nel modo migliore possibile, anche a un costo un po’ piu’ alto che comunque avrebbe avuto un suo senso, 40 anni di “Le Scienze” su DVD sarebbe stato una chicca veramente succulenta.
    Piuttosto fate una serie di dvd, fatti con tutti i crismi, da allegare alla rivista aggiungendo qualche euro in piu’ al costo della sola rivista. Non bisogna essere dei nobel per fare una cosa del genere. E’ possibile che chi ha fatto i dvd non si sia posto il problema della stampa e non abbia testato i dvd prima. Ormai la professionalita’ in questo paese e’ morta e sepolta.

    Mi piace

  10. Matteo Says:

    mi piacerebbe poter leggere e cercare gli articoli utilizzando il netbook, ma NON HA IL DVD!

    ho provato a copiare tutto il DVD sul netbook da un cd esterno… ma non viaggio con il lettore cd.
    quando faccio partire il programma di le scienze, mi dice di inserire il dvd. e poi si blocca.
    c’è un modo per ovviare a questa cosa??

    avere gli articoli in pdf senza un motore di ricerca è praticamente inutile…

    comunque mi pare un pessimo prodotto editoriale…

    Mi piace

  11. Piccole soddisfazioni « Ilcomizietto Says:

    […] nel mio piccolo, ho ricavato il mio post di soddisfazione eterna. Per ora la soddisfazione è arrivata a quota 452, molto al di sopra delle […]

    Mi piace

  12. Daniele Says:

    Quando uscirono i DVD avevo un abbonamento triennale in corso, il terzo di fila – se non erro.
    Non essendo in scadenza, non aveva senso rinnovarlo.
    Siccome i DVD erano solo per quelli che l’abbonamento lo facevano allora, per me niente DVD… :-(
    Mi sembra che un anno dopo sia successa la stessa cosa.
    Ho insistito per avere il “premio”, ma come lettore/cliente super-super-fedele ho capito di non aver diritto a nulla, se non a dei cortesissimi “NO”.
    Frustrazione massima >:-(

    Nel frattempo a casa di un amico che – privilegiato – era riuscito ad ottenere i DVD li provo: che delusione! Dire “uno schifo” è riduttivo. (vedi post precedenti)
    Però questo almeno modera la mia frustrazione, almeno so di non essermi perso niente di valido.

    ** Poi in Redazione si inventano la furbata di rendere gli articoli disponibili online per gli abbonati. **

    “FICO!!!” mi dico con entusiasmo, ma non so ancora cosa mi aspetta.

    Credo di aver combattuto un altro anno almeno per aver riconosciuto il mio diritto ad accedere al servizio e finalmente, circa un anno fa, ottengo le credenziali (solo perché hanno automatizzato il processo per ottenerle, altrimenti credo che sarei stato ancora lì ad aspettarle…)

    Altra delusione:
    – il sistema di ricerca è a dir poco primordiale, e non esiste una “ricerca avanzata”, come ormai c’è in praticamente tutti gli analoghi siti ed i forum che si rispettino;
    – dal risultato della ricerca non c’è modo di filtrare gli INUTILI trafiletti delle news. Si può solo distinguerli a posteriori perché nell’elenco dei risultati sono marcati con una striscetta rossa “Per chi è Abbonato” (ma non sempre è così!). Sicché se l’argomento è di quelli popolari (come Parkinson, per esempio) ti becchi una melma di titoli nella quale impossibile non rimanere invischiati (anche perché ritornare dall’articolo ai risultati della ricerca è praticamente impossibile);
    – non esiste un indice degli articoli (o – se esiste – non è visibile da un utente medio come me);
    – non esiste nemmeno una raccolta “per numero”, come c’era – almeno – nei famigerati DVD del quarentennale: quindi o si hanno delle ben precise parole chiave (che potrebbero non bastare) oppure non c’è modo di andare all’articolo;
    – l’interfaccia di visualizzazione è persino peggio di quella utilizzata nei famigerati DVD del quarentennale.

    E per finire: di opzioni “STAMPA” neanche l’ombra.

    La buona notizia è che esiste una nuova forma di visualizzazione “a tutto schermo”, molto promettente.
    PECCATO che su dieci articoli, si apre sì e no un paio di volte (in tutti gli altri casi risponde “Impossibile visualizzare il file”).
    Tra parentesi, la visualizzazione funziona randomicamente, con un criterio apparentemente non influenzato dal browser che si sta usando (provati IE9 (da ieri IE10), Firefox-Mozilla; Safari; Google Chrome e – udite udite – Opera (forse sono l’unico in Italia ad averlo istallato…))

    Credo che nonostante tutto continuerò a comparare Le Scienze (anche se ultimamente ci stanno “ammorbando” con una marea di articoli su “future tecnologie” che – francamente – lasciano il tempo che trovano e fanno tanto riviste a fumetti americane degli anni cinquanta), ma difficilmente mi addentrerò in altre ricerche nel sito.

    – Daniele –
    PS: a proposito di “nuove tecnologie”: ho poi trovato l’articolo che cercavo sfogliandomi manualmente gli indici delle copie cartacee che dal 1992 conservo gelosamente :-)

    Mi piace

Il tuo comizio:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: