Parolacce

Ieri Lacomizietta ha invitato a giocare la sua amica Matilde(*). La Mami, in questa occasione, ha scoperto che Matilde ha una vasta conoscenza di parolacce assortite. Lacomizietta, invece, è rimasta abbastanza indietro su questa importante materia. I Comizietti, infatti, stanno attenti all’uso delle parole e in presenza de Lacomizietta hanno faticosamente raggiunto un eloquio politicamente corretto. (Non dire nulla quando una bottiglia di vino vi cade per terra, con il vino che entra sotto la lavastoviglie e vedete gli schizzi di vino sul muro, è un qualcosa di eroico. Modestamente sono un eroe.)

Ieri, quindi, Lacomizietta ha scoperto la parola “cazzo”.

Dopo le necessarie spiegazioni sul significato e l’uso della parola, Lacomizietta rimprovera la Mami:

Figlia: “C-a-z-z-o. Mami, ma mica me l’avevi detto che esisteva questa parola!” [tono di rimprovero]

Matilde voleva fare ulteriore sfoggio della sua sapienza, ma la Mami ha frenato questo entusiasmo. Ma l’educazione de Lacomizietta ho paura che sia solo rimandata.

(*)Nome inventato, ovviamente.

2 Risposte to “Parolacce”

  1. Marta Says:

    Stroncate sul nascere questo sfoggio di cultura.

    "Mi piace"

  2. Thumper Says:

    “Culo” è una parolaccia?

    [CIT]

    :D

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: