I soggiorni insensati e affamati

Steve Jobs è morto ieri, e questo ormai lo sanno tutti. Il suo testamento spirituale molti lo collocano nel discorso che fece agli studenti dell’Università di Stanford, per il Commencement del 12 giugno 2005. La fine di quel discorso è un motto:

Stay Hungry. Stay Foolish.

Yahoo babel fish traduce questa frase con “Il soggiorno affamato, rimane insensato“. Siamo ancora lontani dal traduttore universale.

Tag: ,

2 Risposte to “I soggiorni insensati e affamati”

  1. massimo Says:

    Prova quello di Google! è quasi perfetto che lo rende ancora più umano. Mi ricorda l’io di un tempo sulla pedana della cattedra durante le torture di inglese.

    Al di la di tutto ogni persona carismatica che crede nelle proprie idee riesce a lasciare il proprio segno nella storia, sia esso un vecchio padre consumato dagli anni, il professore di latino o il mentore di Apple.
    Poi allora ci accorgiamo che la storia siamo noi.

    "Mi piace"

  2. eDue Says:

    Quanto ad insensati, tuttavia, non ha proprio torto:

    http://edue.wordpress.com/2011/10/12/questuomo-non-finira-mai-di-non-sorprendermi/

    :)

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: