Lavastoviglie

Ho sempre considerato la lavastoviglie, assieme alla lavatrice e al frigorifero, fra le invenzioni più geniali e utili dopo la ruota. In una settimana enigmistica (n. 4095, p.4) ho trovato il nome della sua inventrice: trattasi di Josephine Cochrane. Wikipedia dice che un certo Joel Houghton la brevettò prima di lei, ma il suo brevetto non ebbe successo.

Josephine viene descritta come una donna ricca, che molto probabilmente non lavò mai un piatto in vita sua, ma voleva che i suoi fossero lavati presto e bene dalla sua servitù, forse anche a causa dei numerosi ricevimenti che organizzava. Una macchina, forse, avrebbe aiutato gli uomini nell’ingrato compito. Sembra anche che il marito fosse contrario al progetto e questo spiega i dieci anni che le furono necessari per completare il progetto. Ma alla fine il marito morì ed ebbe amici che la sovvenzionarono. Il progetto prese forma e secondo l’autorevole fonte enigmatica, Josephine brevettò la sua invenzione nel 1886. Wikipedia, invece, dice che mostrò la sua invenzione al World’s Columbian Exposition del 1893 a Chicago dove vinse il primo premio per “la migliore costruzione meccanica, per affidabilità e versatilità”- (Ho tradotto bene?) La lavastoviglie di Cochrane ebbe anche un successo commerciale: Josephine fondò la Cochran Manufacturing Company, che divenne parte di KitchenAid, che divenne parte di Whirlpool.

Poiché il lavaggio stoviglie è mio compito in casa (la Moglie cucina), con questo breve post ho voluto rendere omaggio a chi mi permette di risparmiare tanto tempo e vivere meglio. Grazie Josephine.

Tag:

Una Risposta to “Lavastoviglie”

  1. 'povna Says:

    Nonostante pensi che la lavastoviglie stia un mezzo gradino sotto lavatrice, frigorifero e ruota, concordo con il tuo elogio: sono anni che ne sogno una…!

    Mi piace

I commenti sono chiusi.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: