Il mistero del tesoro sperduto /2

Il capitano Trappola camminò a lungo sulla lastra di roccia finché giunse al fiume, il capitano Trappola attraversò il fiume e giunse ad un deserto. Il deserto aveva in centro una piccola pozza d’acqua.

lì il capitano vi si abbeverò e ad un tratto dall’acqua uscì un paguro che mi disse “Ciao coso, come ti cosi?”

Io lo guardai stupito: “Potresti ripetere? Ho paura di non aver sentito bene!”

“Io ho detto ciao coso come ti coschi, o per la precisione ciao coso come ti cosi

“Ma mi stai prendendo in giro?”

“No, affatto. Ah! Oro ho cosito perché non mi cositi, perché io faccio parte della famiglia PrPr Cositos Curcottiuns!!”

“Insomma, adesso ti dico cosa sto cercando: però è un segreto che non devi dire a nessuno”

“Cosa? Cosa?” rispose il paguro insistente.

Io dissi: “Sì! sì! Calma! Calma! Adesso te lo dico. Io sto cercando il tesoro sperduto di cristallo e non solo il diamante, ma anche le sue sette altre pietre.”

“Ah! Ora capisco cosa stavi cosando nella tua testa di fontina!”

Io impaziente dissi: “Allora! Adesso mettiamoci a cercare questo santo, anzi santissimo, diamante e le sue sette pietre.”

“Ok coso, mettiamoci al lavoro!”

E così partimmo alla ricerca di… insomma sapete bene, anzi, benissimo cosa stiamo cercando! E così partimmo alla ricerca.

(C) 2012 Lacomizietta. Tutti i diritti riservati.

Tag:


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: