[libro] L’albergo delle donne tristi

Autrice: Marcela Serrano
Titolo: L’albergo delle donne tristi
Editore: Feltrinelli Editore
Altro: ottobre 2010, ISBN: 9788807945113, Pagine: 271

Voto personale: 7/10

Elena, psichiatra e donna della resistenza cilena, ha ereditato dal padre un albergo situato nell’arcipelago di Chloé, nel Sud del Cile. Il suo spirito altruistico e una vita sentimentale travagliata la portano a creare, con questa eredità, un rifugio per tutte le donne che hanno vissuto storie d’amore travagliate. Le donne ospiti di Elena restano nell’albergo per tre mesi e devono seguire una serie di regole, non troppo rigide a dire il vero. Floreana è la protagonista del romanzo: storica del Cile antico, reduce da delusioni amorose e dalla morte della sorella, cerca di ritrovare un nuovo equilibrio e la voglia di vivere nuovi amori. Qui incontrerà, oltre alle altre donne dell’albergo, Flavian, il medico del paese, e Pedro, suo nipote. Le storie sentimentali dei protagonisti si intrecceranno per arrivare ad un finale inaspettato e al tempo stesso pieno di incognite.

Il tema centrale del romanzo è la paura. Paura delle donne, prima di tutto. Paura atavica e ancestrale: quella di non essere viste e amate dagli uomini. Quella di avere sentimenti forti e non corrisposti dall’altro sesso. Gli uomini non esprimono i loro sentimenti, si trattengono, hanno paura delle donne emancipate e indipendenti.: questi i temi ricorrenti delle donne dell’albergo. Da questa paura discende la sensazione che le relazioni amorose siano in realtà delle relazioni di potere e di controllo delle emozioni. Alcune donne trovano nella castità e nel controllo dei sentimenti un modo per non provare più paura. In altre il sesso è vissuto come esercizio del proprio potere; in altre il desiderio sessuale maschile è vissuto come minaccia ai propri sentimenti.

La cosa singolare è che anche Flavian, il protagonista maschile, vive paure analoghe. Anche lui ha paura di non essere amato e di essere ancora ferito dall’amore di una donna. Anche Flavian evita di innamorarsi per non soffrire ancora.

Accade però che Flavian e Floreana si innamorano e per loro sarà molto problematico superare le rispettive paure, così profonde e apparentemente insuperabili.

Elena e Pedro e le donne dell’albergo svolgeranno la loro funzione terapeutica e Floreana riuscirà a rifiorire.

***

La paura dei propri e altrui sentimenti d’amore è un tema antico, ma nel passato, nel bene e nel male, i ruoli sessuali codificati, le regole sociali e forse una maggiore coesione familiare rendevano da un lato il conflitto meno evidente e dall’altro offrivano un riparo e una sicurezza che oggi non esistono più. Non solo le donne, ma anche gli uomini vogliono riappropriarsi delle loro parti lasciate per lungo tempo inespresse. Le donne vogliono essere indipendenti e gli uomini vogliono esprimere la loro parte femminile e nessuno vuole sentirsi schiacciato da ruoli e convenzioni che non sente proprie. Ma in questo riappropriarsi del proprio io più profondo gli uomini e le donne sono abbandonati a se stessi. La società non ha ruoli alternativi da proporre e non ha regole e abitudini che favoriscono il dialogo fra i sessi. La nostra società si divide fra schemi arcaici e nuove strutture ancora acerbe; i cambiamenti avvengono lentamente e a volte non hanno un segno positivo.

E possibile superare queste paure verso l’altro sesso? Il romanzo traccia un percorso terapeutico individuale: presa di coscienza della propria paura attraverso lo scambio di esperienze e presa di coscienza dei propri desideri e delle proprie necessità. Dopo aver compiuto questi passi è possibile vedere meglio l’altro e lasciarsi andare con maggiore spontaneità, rendendosi di fatto irresistibili. La paura di non essere amati di solito si riverbera nella coppia e ferisce entrambi. A volte la sicurezza di uno può aiutare l’altro a superare le proprie paure.

Romanzo intenso e che potrebbe non piacere a tutti, specie se l’argomento non interessa.

Buona lettura.

Tag: , ,

Il tuo comizio:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: