Archive for gennaio 2013

La fine del mondo è vicina /8

mercoledì 30 gennaio 2013

Dai GB ai pollici:

Condom Size: l’app per iPhone e iPad che misura le dimensioni del pene

La comunità di Spinoza si è scatenata.

[film] Django Unchained

domenica 27 gennaio 2013

Titolo originale: Django Unchained
Regia, soggetto e sceneggiatura: Quentin Tarantino
Musiche:
Mary Ramos
Genere: azione, western, drammatico
Altro: USA, 2012, 165 min
Interpreti e personaggi

Jamie Foxx: Django Freeman
Christoph Waltz: Dr. King Schultz
Leonardo DiCaprio: Calvin Candie

Voto: 8/10
(Consigliato ai maggiorenni per scene di violenza.)

Ammetto la mia mancanza: non avevo mai visto un film di Tarantino, nemmeno Pulp fiction. Dovrò recuperare il tempo perduto.

La storia, senza dare troppi particolari: Siamo negli USA, Texas, nel 1858, e Django è uno schiavo nero che viene comprato e reso libero dal Dr. Schultz, un dentista-cacciatore di taglie di origine tedesca. Schultz ha biosogno di Django per trovare alcuni ricercati. In questa prima impresa nascerà fra di loro una forte intesa e quando Schultz scoprirà che Django ha una moglie, Schultz lo aiuterà a liberarla. Riusciranno i nostri eroi a liberare la “principessa” dai cattivi? (Qui il trailer, che dice di più di quello che dico io…)

I personaggi sono ben caratterizzati. Il dottore tedesco è a tratti molto divertente con i suoi modi raffinati in un mondo di bifolchi e ignoranti. Django, avendo una moglie da salvare, diventa subito il protagonista “buono” della storia. Candie (Di Caprio) è invece il “cattivissimo” della storia e nonostante sia bianco e ricchissimo non dimostra di essere particolarmente sveglio, come del resto sono molto stupidi tutti i cattivi del film.

Per chi è pratico di Tarantino la violenza di alcune scene e le
innumerevoli citazioni ad altri film sono cose normali. La mia vasta
ignoranza in fatto di cinema mi ha permesso di cogliere si e no un paio
di citazioni.

Per i precisini, il link a wikipedia segnala alcuni anacronismi. Tipo: la dinamite nel 1858 ancora non c’era, ma nella storia viene usata.

Buona visione!

Aggiornamento 05/02/2013: Alcuni link su Il Post sul film.

L’indispensabile /24

mercoledì 23 gennaio 2013

Per ora è un progetto, ma minaccia di diventare realtà (da ZeusNews):

Tailly, per scondinzolare quando batte forte il cuore
Se il battito accelera, la coda posticcia si muove più velocemente.

La cura

domenica 20 gennaio 2013

Reduce, una settimana fa, da una tonsillite extra large, con mio sommo gaudio ieri ho (re)iniziato ad avere la febbre.

Oggi sono stato visitato dalla Dottoressa Comizietta e dalla sua aiutante (La Mami).

Dopo un’accurata visita La Dottoressa Comizietta ha dato il suo responso: un normale mal di gola. Mi è stata fatta una flebo, mi è stato applicato un cerotto gigante sui miei addominali scolpiti a forma di budino rovesciato (una vecchia ferita mai guarita come si deve, a suo dire) e mi è stata consigliata la cura de La Punturina Frizzante. Alle mie rimostranze, che non volevo farmi venire emboli da qualche parte, la Dottoressa mi ha rassicurato che la Punturina viene definita Frizzante solo perché fa male. Non c’è nessun gas pericoloso nella miscela da iniettare.

Quindi ha scritto una ricetta in piena regola

Dottoressa La Comizietta
Medico Chirurgo
via ilcomizietto.wordpress.com
20097 San Donato Milanese
Tel. Cel. 123.456789, P.I.: 1234567890
C.F. LCMZTT99Z99Z999Z

Data: 20/01/2013
Paziente: Il Comizietto

1 l di Nitosan (*)
1 l di Camomilla
1 Punturina Frizzante (*)

Firmato:
LaComizietta

Le Punturine Frizzanti confermo che fanno male assai. Il Nitosan è schifoso. Non mi rimane che la camomilla.

(*) Nitosan e Punturina Frizzante sono (C) 2013 LadyD, l’amica del cuore de LaComizietta.

La fine del mondo è vicina /7

domenica 20 gennaio 2013

Dell’esistenza dei cattivi sappiamo dalla notte dei tempi, da Caino in poi. Che i cattivi, spesso, non siano persone particolarmente argute, sappiamo anche questo. (Caino che vuol fare fesso Dio… Si può essere più idioti?)

Ma ai tempi di Adamo ed Eva non c’era ancora Facebook. Dio si è distratto, l’uomo ha creato FB e i cattivi non vogliono farsi mancare nulla:

L’uomo fa in tempo anche a lasciare un epitaffio sul web
Usa: rapisce una donna e la stupra e aggiorna il profilo Facebook : poi la polizia lo uccide
Eric L. Ramsey commette una serie di reati ma pur inseguito dagli agenti non rinuncia a connettersi al social network

Dio! Era solo una mela! Siamo già in una valle di lacrime, come abbiamo peggiorato la nostra situazione meritandoci Facebook?

Aggiornamento:

Chiedo venia! La fretta mi ha fatto dimenticare l’altro pezzo, sempre sul Corriere:

Una fidanzata (virtuale) su Facebook
La brasiliana Namoro crea falsi profili a pagamento per single utilizzando i dati e le foto di ragazze reali

La fine del mondo è vicina /6

lunedì 14 gennaio 2013

Abbiamo superato indenni la fine del mondo del 2012, ma il 2013 non sembra rincuorarci.

Prima di tutto mettete i bambini a letto. Fatto?

Tanti anni fa entrai in un sexy shop per curiosità (si dice sempre così, no?) e con mia grande sorpresa vidi una scatola non molto grossa con su scritto “oral simulator”. Rabbrividii al pensiero. Non volli indagare oltre. Sapete quanto so essere tradizionalista, a volte. Ecco, questo è il caso.

Qualcuno, però, deve aver trovato dei risvolti medici nell’utilizzo di simili diavolerie e l’ha perfezionato:

La macchina per estrarre lo sperma
Nata in Cina, è presentata come un’alternativa più comoda rispetto al metodo tradizionale.

Ammetto che l’estrazione dello sperma per motivi medici possa essere non molto piacevole, ma dubito molto che una macchina possa alleviare il disagio.

Speriamo sia rapida e indolore… la fine del mondo, intendo.

Il maschilismo nei giornali femminili

lunedì 14 gennaio 2013

Un caso pratico trattato magistralmente da Smeriglia:

IO MASCHILISTA

L’indispensabile /23

venerdì 11 gennaio 2013

Dedicata a mio padre (e a me, a cui ha attaccato il brutto vizio di mangiare velocemente):

La forchetta controlla come mangi
Sempre più i dispositivi elettronici per vivere meglio, dal sensore delle nostre attività al robot per i massaggi
di Mark Perna

La parte che mi interessa è alla fine:

“Non si sa ancora il prezzo invece della Hapifork, l’ultimo ritrovato per evitare gli attacchi di fame. A dire il vero questo dispositivo controlla il ritmo con cui mangiamo invitandoci a farlo lentamente. Più piano mangiamo, più facilmente digeriamo, meno ingrassiamo. Questo principio ora è stato scrupolosamente applicato integrando un sensore di movimento all’interno di una forchetta che si ricarica via Usb e che trasmette i dati via bluetooth ad una apposita app. Se mangiamo troppo velocemente un segnale luminoso ci avvisa e alla fine del pasto possiamo verificare i parametri direttamente sul cellulare o via web. Angosciante, ma geniale.”

Silenzio, e basta!

giovedì 10 gennaio 2013

Ci segnala Mantellini questo simpatico sito:

Osservatorio sulla censura di Internet in Italia

Non ricordo se furono prima i siti pedofili o quelli che non pagavano le tasse sul gioco d’azzardo ad essere censurati. In ogni caso nel tempo si sono trovati sempre nuovi cattivi da aggiungere alla lista. La cosa triste è che questa censura non funziona. Chi vuol vedere continuerà a vedere e chi vuole fare cose illecite continuerà a farle. E’ come mettere la testa sotto la sabbia.

L’altra cosa triste è che queste censure possono oscurare interessi legittimi e legali: filtrando un indirizzo, infatti, si possono oscurare più siti web che nulla hanno a che fare con l’oggetto della censura.

E no, la censura non funziona nemmeno se rispetta la Costituzione e a ordinare la censura è la Magistratura. Negli altri casi, oltre a non funzionare, la censura puzza di fascismo.

Buona non visione!

Silenzio, parla Monti!

sabato 5 gennaio 2013

Edue ci segnala il sito peragendamonti:

Completamente sviluppata interamente

Dove, con una certa inquietudine, abbiamo il messaggio: “Stufo di stare a guardare? Sali in politica. Libera le tue energie e partecipa all’agenda Monti. Partecipa.” e affianco al messaggio una donna o un uomo, a caso, stilizzati e senza bocca. Lacomizietta, 8 anni, senza che le dicessi nulla: “Papi, ma come fa a dire la sua se non ha la bocca?” Ce lo chiediamo anche noi. Ha aggiunto: “E sono disegnati anche male!”