Sconti telefonici

In questa storia io sono cliente della compagnia telefonica A. Il mio collega F, anche lui cliente di A, sono anni che mi dice che rompendo le scatole al servizio clienti è possibile ottenere degli sconti. Io odio mercanteggiare e fino ad ora ho fatto la pecora e ho sempre pagato tutto il dovuto. Ora però le esigenze sono cambiate, ho visto offerte alternative, mi sono fatto coraggio e ho telefonato.

La compagnia telefonica B mi offre più o meno le stesse cose di A a 30 euro/mese, servizi che A mi fa pagare 40 euro. Forte di questo dato dico al servizio clienti di A che se non abbassano il prezzo da 40 a 30 euro passo a B. A mi fa il panegirico dei loro servizi e dei loro standard di qualità (veri, mi trovo molto bene con A) e inizia a parlare male di B (“Guardi, anche io ho B e non mi trovo bene.” Cioè un operatore di A che dice di avere a casa B?!). Non mi faccio commuovere: dico che mio padre ha B e si trova benissimo, dico che le esigenze sono cambiate, le entrate sono diminuite e quindi non c’è trippa per gatti. O 30 euro/mese o passo a B. A prende tempo.

Il giorno dopo, stranamente, inizio a ricevere telefonate da B. La cosa è strana perché il mio numero è fuori da ogni elenco e sto molto attento a dare consensi indesiderati. Praticamente non ricevo mai telefonate commerciali. Non li mando al diavolo e inizio a blandirli e a prendere informazioni, ma senza promettere nulla. Anzi, dico che se A passa da 40 a 30 euro resto con A.

A mi richiama dopo due giorni e dopo qualche minuto di resistenza, giusto per ricordarmi quanto sono bravi e le qualità dei loro servizi, mi propone di abbassare il canone da 40 a 30,05 (sì, anche i 5 centesimi che proprio non si potevano togliere, sic!). Accetto. Ora ho tutto esattamente come prima a 30,05 euro/mese. Uno sconto di quasi il 25% solo per averli minacciati di passare ad altro operatore.

Ci ho preso gusto. Sono andato a curiosare le offerte per il cellulare. Ho visto che quasi tutti facevano meglio del mio operatore Alfa. Ho rotto le scatole e sono passato da 15 euro/mese a 10. 33% di risparmio.

Idem con l’operatore B, che dai miei è misteriosamente sui 40 euro/mese. Solo telefonando al servizio clienti si può passare a 30 (scritto in piccolo sul loro portale). E’ difficile, perché la resistenza è tanta, ma si può fare.

Morale: non paghiamo quanto costa il servizio. Paghiamo quanto siamo disposti a pagare. E se il servizio costa 10 e noi siamo disposti a pagare 20 noi pagheremo 20. I prezzi sono sempre più sganciati dal processo produttivo.

Sapevatevelo.

Tag: ,

Il tuo comizio:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: