E i poveri?

Figlia: Papi, cosa stai facendo?
Papi: Sto dando dei soldi a delle associazioni per beneficenza. Che fai ancora qui?! Vatti a lavare!
– A chi stai dando i soldi?
– A Emergency.
E i poveri?
– E i poveri cosa?
Sì, ma ai poveri non dai nulla?
– Emergency aiuta anche i poveri, te l’ho già spiegato, no? Aiutano a curare le persone nelle zone di guerra e da qualche anno offrono cure mediche gratuite anche ai poveri in Italia.
Sì, ma chi dà da mangiare ai poveri? E una casa?
– Ci sono altre associazioni che si occupano di questi problemi.
– E tu perché non dai i soldi a queste associazioni?
– Perché ho deciso di dare i soldi ad Emergency e ad altre associazioni che non si occupano dei poveri.
Sì, ma ai poveri?
– Non posso finanziare tutti. Ho deciso che do i soldi ad Emergency e ad altri. E ora vatti a lavare! E’ ora di andare a letto!

[…]

Papi: Facciamo così, troviamo un’associazione che aiuta i poveri e poi tu decidi quanti dei tuoi soldi vuoi dare.
Figlia: Quanti soldi ho?
– Devi fare i conti sul tuo quadernino. [Alla terza volta dei ladri in casa, in casa non teniamo più contanti.]
– Non ho voglia di farli ora.

[…]

Papi: Mi sono informato sull’OSF. Operano a Milano e danno da mangiare ai poveri, dei vestiti, dei bagni e persino delle visite mediche. Può andar bene?
Figlia: Sì, possono andare bene. E una casa? Danno anche una casa ai poveri?
– No, non danno una casa.
E quindi i poveri? Come fanno?
– E quindi chi ce l’ha va a casa sua e chi non ce l’ha dorme per strada.
– Non è bello, però.
– No, non è bello. Però d’inverno a Milano vengono piantate delle tende da campo, per ripararsi dal freddo. A volte tengono aperte le metropolitane, che sotto fa meno freddo.

[…]

Figlia: Che conti devo fare qui?
Papi: Devi sommare le entrate, poi devi sommare le uscite. Poi devi sottrarre la somma delle uscite da quella delle entrate. Quelli sono i soldi che hai.
– Viene XX. Cosa si mangia con Y euro?
– Un pasto ci viene, sì. Poi io ci aggiungo qualcosa.
– Così fanno un pasto come si deve! A chi li devo dare i soldi?
– Ci penso io, non ti preoccupare. Tu segna nelle uscite del tuo quadernino. Sei stata molto generosa. Ora i poveri sono a posto?
– Sì.
– Bene.

Tag: ,

Una Risposta to “E i poveri?”

  1. LaZiaAle Says:

    No.
    Queste cose mi stimolano troppo la lacrima!
    Comizietta for president.
    Ora e sempre.

    Mi piace

Il tuo comizio:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: