Stare attenti

Ieri a casa di amici, di cui uno tedesco, è venuta fuori un’interessante questione:

è più corretto dire:

“si deve stare attenti” – “bisogna stare attenti”

oppure:

“si deve stare attento” – “bisogna stare attento” ?

Gli italiani propendevano per la prima forma. Il tedesco ci faceva notare che il verbo era al singolare e l’aggettivo andava al singolare.

Chi ha ragione? E soprattutto, perché?

(10 minuti di Google non mi hanno dato soddisfazione.)

Tag:

2 Risposte to “Stare attenti”

  1. eDue Says:

    Serataccia, eh?

    Comunque mi sfugge come sia il verbo al plurale.
    Chessò “si deve stari attenti”?!

    Le forme impersonali sono spiegate qui:

    http://www.accademiadellacrusca.it/it/lingua-italiana/consulenza-linguistica/domande-risposte/usi-funzioni-pronome-clitico-si

    Auguri ;)

    "Mi piace"

  2. ilcomizietto Says:

    Oddio, la grammatica non è mai stata il mio forte.

    Comunque…

    No, edue, non il verbo infinito al plurale, ma “attento” al singolare. “deve” è terza persona singolare.

    Se non ho capito male, detto in modo un poco burino, “attenti” (e non “attento”) deriva dal fatto che il “si deve” equivale a “dobbiamo” e “attenti” concorda con il plurale di “dobbiamo” e non con il singolare di “deve”. Più o meno…

    (No, perché serataccia? I dubbi dei non madrelingua sono sempre interessanti e si impara sempre qualcosa.)

    E qui c’è anche un “bisogna stare attento”.

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: