Le vacanze /2 – Domande esistenziali /15

Sono anni che lo noto. E ogni anno mi chiedo: perché?

Ora, quale momento migliore delle vacanze per fare dello sport in un posto sano, che non sia il traffico cittadino o una palestra maleodorante? Quale posto migliore delle spiaggia? Ma perché correre sul bagnasciuga a mezzogiorno, con il sole a perpendicolo sulla testa, col rischio di prenderti un’insolazione e con tutti i bagnanti che ci giocano?

Sei in Toscana, in una bellissima pineta. Silenziosa. Perché fai ginnastica in mare mentre dalla spiaggia ti pompano musica UNZ UNZ per farti muovere le chiappe? Sempre a mezzogiorno, ovviamente. Ma quella cosa lì non la puoi fare in una qualsiasi piscina cittadina? Che ci vieni a fare qui?

Tag: , , , ,

Una Risposta to “Le vacanze /2 – Domande esistenziali /15”

  1. eDue Says:

    Perché in pineta non te vede nessuno.

    A voler proprio pensare bene, se ti prende uno strucuglione hai gente attorno che ti vede accasciare e almeno qualche foto da mettere su Facebutt la rimedi.

    Ma proprio a voler pensare bene, eh…

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: