Perché non pubblicare niente…

Da ilPost:

Perché non pubblicare niente online riguardo ai figli
di Amy Webb – Slate
Amy Webb spiega su Slate le ragioni per cui ha deciso di “non rubare l’identità digitale di sua figlia”

Stava andando tutto bene, quando mi sono perso. Precisamente qui:

abbiamo deciso che non avremmo mai pubblicato online un post, una foto o altre informazioni personali che la riguardano. Invece abbiamo creato per lei un “fondo fiduciario digitale”.

Cioè i genitori le hanno creato luoghi digitali – con pseudonimi scelti da loro – ancora prima che nascesse. Ma la figlia non farà in tempo a crearseli quando, e se, sarà necessario? Bah… (Poi vorrei vedere la figlia adolescente che viene a sapere delle scelte degli pseudonimi dei genitori. Come minimo si farà chiamare Madame X.)

Tag: , , , , ,

2 Risposte to “Perché non pubblicare niente…”

  1. Nicola Fusco Says:

    A parte l’opportunità di fare queste scelte al posto della figlia prima ancora che nasca, io mi chiedo se davvero sia utile. Io, per motivi anagrafici e di studio, ho seguito abbastanza da vicino l’evoluzione del web negli ultimi 20 anni. E se penso a come esso è cambiato in questo breve lasso di tempo, e con quale velocità, posso affermare con quasi totale sicurezza che la ragazza in questione, quando raggiungerà l’età utile per ricevere il famoso fondo fiduciario digitale (almeno 15 anni da ora), non saprà cosa farsene degli account facebook, instagram, twitter, google, etc etc etc.

    Mi piace

Il tuo comizio:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: