Parolacce /3

Mio nipote Tittatà, quattro anni, ha grandissime remore a chiedere scusa e per favore.

Scusa e per favore sono delle parolacce!
— Non è vero, Tittatà.
— Sì, sono delle brutte parole e le parolacce non si dicono.
— No, queste parolacce vanno dette spesso.
— Io non dico parolacce.
— Per queste ti dà il permesso la Nonna S.
— (A bassa voce) E che se le dico, poi mi viene un gran mal di testa.

Quando poi, obbligato dagli eventi, deve dire queste parolacce, le dice sottovoce. Dopo è necessario un analgesico.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: