Uozzap

Mi sono iscritto a Uozzap.

Mi sento sporco come quando andai a comprare L’Avanti in edicola ai tempi di mani pulite. All’epoca volevo emozioni forti. Oggi mi sono stancato di dire a tutti che Uozzap andrebbe evitato.

In questi giorni ho cambiato operatore, gli SMS ora costano cari e non li usa quasi più nessuno, fra le persone che conosco. Mi sono stancato di combattere i mulini a vento e consigliare alternative a tutti i miei contatti. (Anche se così facendo ho portato qualche nuovo utente su Telegram.)

Quando un servizio è gratis, siamo noi il prodotto, ma vorrei ancora scegliere a chi vendermi. Qualche volta certe scelte sono difficili.

Per chi non sopporta Uozzap e ancora resiste dico che sì, conosco le alternative e sì, uso abitualmente Telegram, anche se non è il migliore per la privacy. (Almeno farò fare soldi a gente diversa dal signor Faccialibro.)

Per gli altri dico che il motivo di tanta resistenza (qualche anno ormai) e del mio sentirmi sporco è questo:

WhatsApp passerà dati a Facebook

e poi lo mettete assieme a questo:

Facebook rivela le identità nascoste di pazienti, clienti, ladri e vittime
(Grazie a Paolo Attivissimo)

E ora due considerazioni tecniche:

1) Uozzap non si installa in modo semplice su dispositivi che non hanno scheda telefonica. Ovvero non si installa su tablet che hanno solo il WiFi. (Il mio caso, guarda un po’!) Ma non è un vincolo stringente. È solo per farvi penare di più:

Come installare WhatsApp su tablet
di Salvatore Aranzulla

In pratica scaricate da Uozzap il pacchetto android e lo installate a mano. Tranquillizzate la procedura di installazione che sì, anche se non potete ricevere SMS, darete il giusto codice di attivazione e vivete felici. Ovviamente dovrete avere un numero in grado di ricevere SMS. Dovrete sacrificare un’utenza telefonica.

(Telegram non ha di questi problemi, ovviamente, perché sa che se avete i codici giusti siete voi e non un altro.)

2) Arenzulla dice che si può usare solo un numero non registrato perché

Se si utilizza un numero già registrato sul servizio si perderà la possibilità di accedere a WhatsApp con il telefono in quanto WhatsApp limita l’accesso a un solo device per numero.

Telegram è su tre device, registrato con lo stesso numero di telefono e non ha problemi di sorta.

Sono cose piccole, ma penso diano la misura di come Uozzap intende la tecnologia: per chiudere e restringere e non per aprire possibilità.

(Uso personale di blog personale: per chi ha il mio numero di telefono e ha anche Uozzap: io posso leggere i vostri messaggi solo se sono a casa. Uozzap è installato sul tablet e il tablet si collega a internet solo se sono a casa o comunque con un WiFi disponibile. E forse non si era capito: io uso abitualmente Telegram, che posso leggere quasi ovunque.)

Tag: , , , , ,

Il tuo comizio:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: