Telemarkètting

Con l’utilizzo della legge sulla privacy (Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196) negli anni, a forza di raccomandate e minacce di azioni legali e facendo attenzione a cosa firmo, sono riuscito a liberarmi di quasi tutto il telemarkètting, anche di quello postale. Rimane qualche sprovveduto, che, gentilmente educato a non rompere le scatole, non si fa più vivo.

Qualche mese fa sul fisso – che, per la cronaca, è numero riservato a pochi intimi da più di 10 anni – sono cominciate le telefonate di MoltoGrandeOperatoreTelefonico. Fino a quando telefonava mentre ero in ufficio la cosa non mi riguardava. Quando ha iniziato a telefonare il sabato mattina, svegliandomi, ho affrontato la situazione. Prima raccomandata: dove avete preso il mio numero? e Non chiamatemi più. Risposta: ma noi il suo numero non l’abbiamo e comunque non la chiameremo più. Di solito funziona. Bene. Non passa un mese che MoltoGrandeOperatoreTelefonico ricomincia. Seconda raccomandata: mi state prendendo per il culo? Risposta: nessuna. Ma le telefonate sono miracolosamente terminate.

Passa qualche mese e iniziano le telefonate sul furbofono. (Ho poi scoperto che ha una bellissima funzione blocca numero. Ah! La tecnologia!) Terza raccomandata: in quale lingua vi devo spiegare che non voglio telefonate di telemarkètting da voi?
Risposta: ancora nessuna.

Durante tutto questo carteggio ho tenuto sempre informato il Garante per la privacy, via mail al suo ufficio URP. (Gratis, facile, informale.) Ho sempre spedito tutte le informazioni: data, ora, numero chiamante, nome falso dell’operatore.

Qualche giorno fa il Garante mi ha risposto ringraziandomi per le segnalazioni. Mi ha scritto che stanno facendo delle indagini e che tutti i dettagli sono utili, anche il carteggio di raccomandate con MoltoGrandeOperatoreTelefonico. Le segnalazioni sono così tante che hanno predisposto un modulo. A me hanno indicato quello per i numeri riservati. È qui. A qualcuno la fatica ha fruttato una piccola soddisfazione: qui.

Per chi ha voglia di scrivere, se chi vi chiama è un operatore telefonico e quando vi chiama non ha il numero in chiaro, il chiamante non si identifica e non vi dice dove ha preso il vostro numero di telefono, si può segnalare la cosa a Asstel, l’associazione di categoria. Infatti quasi tutti gli operatori telefonici hanno sottoscritto un codice di condotta. I casi di cui sopra violano gli articoli 3.2, 3.3, 4.2.a. Io l’ho fatto e non ho ricevuto risposta. Se però scrivete anche voi non potranno ignorare tutti. Vi invito a farlo.

Tag: , , ,

Il tuo comizio:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: