Vergogna

Egregio Presidente del Consiglio dei Ministri,

non so quale sia la politica giusta nei confronti dei migranti, ma so per certo che farli morire in mare o, peggio, “a casa loro”, non è la politica giusta. No, nemmeno lasciare oltre 600 persone scampate a un naufragio per giorni su una nave di salvataggio è una politica giusta. Così come non è giusto usare queste persone per guadagnare visibilità politica interna e internazionale. È una cosa che mi procura molta vergogna come italiano e come persona, e che non approvo.

La vergogna per questi atti non Le appartiene, evidentemente, come del resto non è appartenuta a molti suoi predecessori, dagli anni ‘90 in poi: il fatto che questi sbarchi disperati siano continuati, siano costati molti morti e la perdita di dignità di molte persone è un dato di fatto non contestabile e testimoniano il fallimento di una politica ormai più che ventennale.

Qualcosa è stato fatto, è vero, ma equilibri politici e strategici e valutazioni economiche hanno sempre avuto la meglio in ogni azione intrapresa.

Non sto ovviamente parlando dei volontari e dei numerosi funzionari pubblici (sindaci, Guardia Costieta, Marina Militare, eccetera) che, nonostante tutto, hanno dedicato il loro tempo e la loro vita per queste persone. Che spesso le hanno salvate dalla morte e dalla fame. Che hanno cercato di risollevare la dignità del nostro paese. Sto parlando della Politica, quella con la P maiuscola, maiuscola persa ormai da tempo dietro una lungimiranza di brevissimo respiro.

Non sono titolato a dare consigli su questo campo. Altre persone più competenti di me, in questi giorni, hanno dato molti spunti di riflessione per fare qualcosa di diverso rispetto al passato. Forse è ora di ascoltarli, se questo è il governo del cambiamento. Fare meglio di quanto fatto nel passato è possibile.

Nel frattempo, per manifestare contro questa politica vergognosa, ho provveduto a fare una piccola donazione simbolica a SOS Mediterrnaée. Lo farò di nuovo, come ogni fine anno, in modo più sostanzioso per Emergency e Opera San Francesco, sperando che un giorno, queste mie donazioni, non siano più necessarie.

Buon lavoro Presidente.

Tag: ,


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: