Posts Tagged ‘cibo’

WTF /2

domenica 5 luglio 2015

So che non potrete farne a meno (da ZeusNews):

La macchina che stampa in 3D bistecche artificiali e hamburger vegani.
Si chiama Cultivator e funziona a energia solare.

[ebook] Cibo

mercoledì 11 aprile 2012

Titolo: Cibo
Autore: Uriel Fanelli
Genere: Fantascienza
N.Pagine: 273
edizione elettronica gratuita, edizione cartacea disponibile a pagamento (info sul precedente link).
Voto personale: 8

Qui Fanelli si supera. La dico grossa: se Fanelli si dedicasse a tempo pieno alla fantascienza potrebbe diventare il prossimo Asimov.

Tredici gruppi umanoidi che si definiscono appartenenti alla Diaspora hanno elaborato un complesso sistema sociale basato sulla teocrazia e l’enoteismo. Uno di questi gruppi, i namaiti, duemila anni prima sono stati espulsi dalla Diaspora per via delle loro credenze religiose ritenute scandalose. I namaiti infatti adorano Naamah, la Dea Prostituta, e Kushiel, il Dio Assassino. La storia inizia quando i namaiti rincontrano il gruppo principale e decidono di riunirsi a loro. Nel frattempo, però, la teologia dei namaiti si è evoluta e raffinata e la sfida sarà la loro integrazione nella Diaspora. Uno stacco temporale di seimila anni ci porterà alla conclusione del libro, a Washington DC nel 2034.

Con una Dea Prostituta e un Dio Assassino avrete a che fare con eros e tanatos come se piovesse.

E il titolo? Il finale ne darà ragione.

L’autore, nell’introduzione, ci avverte che ha in mente una storia
molto più lunga di quella raccontata. Io sono qui che aspetto paziente il seguito.

Buona lettura.

Diossina

martedì 11 gennaio 2011

Scommetto che in nessun giornale leggerete quanto scritto qui:

156 volte diossina
di Gianna Ferretti

Dove si ripercorrono le segnalazioni di diossina nei cibi negli ultimi 10 anni.

De gustibus /1

mercoledì 20 maggio 2009

Inauguro oggi un nuovo capitolo de Lacomizietta: i suoi (e un poco anche miei) gusti culinari. Vi saranno qui proposti abbinamenti di cibi mozzafiato, tutti rigorosamente testati da mia figlia, nel senso che i cibi in elenco sono mangiati in rapida successione alternata o pucciati uno dentro l’altro. Provate anche voi, se ci riuscite.

Il tutto iniziò alcuni anni fa, quando trovammo Lacomizietta che masticava con la massima soavità uno spicchio d’aglio crudo.

Poi si passò alla banana in una mano e la tazza con succo di pomodoro nell’altra.

(continua)