Posts Tagged ‘criminalità’

Meglio tacere

giovedì 13 marzo 2014

Da ilPost:

Perché gli innocenti confessano
di Stefano Vizio
La storia incredibile di una tecnica di interrogatorio – la più usata negli Stati Uniti – che in certi casi spinge i sospettati a confessare reati che non hanno commesso

Non allarme omicidi

martedì 10 dicembre 2013

Una buona notizia da Repubblica:

L’Italia si scopre meno cattiva da 150 anni mai così pochi omicidi
di Marzio Barbagli, sociologo

dove si racconta che il numero di omicidi effettuati e tentati è in continuo calo dal 1991. Tenendo conto che la popolazione è più o meno la stessa, il fenomeno è in diminuzione. Per il 2013 si prevede un 0,85 omicidi per 100.000 abitanti, il tasso più basso dall’unità ad oggi. Altra cosa che si dice è che gli assassini se la prendono con persone che conoscono; l’omicidio di sconosciuti è evento ancora più raro.

La Rete dei Cattivi

giovedì 12 marzo 2009

Saprete quasi tutti dell’ultima avventura della nostra Onorevole Carlucci.

Per i distratti: l’Onorevole Carlucci ha proposto un disegno di legge per combattere la pedofilia in Rete. La proposta fa acqua da tutte le parti ed è stata scritta in collaborazione con pezzo grosso della Univideo, regina del mercato multimediale.

In molti si lamentano dell’ignoranza dei nostri parlamentari in materia di Rete, ma ormai io non credo proprio che si tratti di ignoranza. E’ proprio che immaginano la Rete come un covo di pervertiti, dove i pervertiti ovviamente non sono i pedofili (almeno non solo loro), ma tutti quelli che hanno autonomia di pensiero e di azione, verso anche cose di dubbia utilità e qualità. Il solo fatto che non siano controllabili e pienamente conoscibili li rende pericolosi. L’ignoto fa paura.

Ora, mentre i nostri rappresentanti tremano si preoccupano, altri studiano. Segnalo due cose:
1) il mio guru di sicurezza informatica sostiene questa campagna negli USA: Blogger’s right. Che è l’antitesi della proposta Carlucci.
2) Oggi ho letto questo su PI: Filtrare il web? Non è utile che rimanda a questo documento [pdf in inglese]: Countering Online Radicalisation – A Strategy for Action. Ecco, non è proprio la linea Carlucci, diciamo così.

Ora, non posso certo chiedere all’Onorevole Carlucci di non avere paura preoccuparsi o di cambiare idea, però se almeno riflettesse su questi suggerimenti e sui molti altri analoghi che si trovano in Rete, non sarebbe male. Magari potrebbe promuovere un vero dibattito sul tema (Onorevole, i commenti al suo blog sono chiusi!), dove non si abbia paura dello scontro fra tesi opposte e delle relative argomentazioni. Ecco, questo mi sento di suggerirlo, alla mia rappresentante. Farebbe bene a tutti.

ilcomiziante