Posts Tagged ‘educazione’

La tecnologia a scuola

sabato 28 maggio 2016

Da medium.com:

Why smart kids shouldn’t use laptops in class
There hasn’t been really great data on how classroom computing affects learning — until now
by Jeff Guo

This story originally appeared on The Washington Post’s Wonkblog.

Dove si racconta che un recente studio svolto presso l’Accademia Militare di West Point ha mostrato come tablet e portati usati dagli studenti in classe non migliori affatto l’apprendimento. Sembra anzi penalizzare i più bravi.

Comizi altrui /3

giovedì 26 novembre 2015

Due letture interessanti, ma che non hanno nulla in comune:

Certificato di Garanzia
di Sphera

Il racconto superficiale del digitale
di Massimo Mantellini

[TED] Daphne Koller: Cosa stiamo imparando dall’istruzione online

martedì 7 gennaio 2014

Mentre in Italia si discute se mettere o meno la LIM in classe, se sia meglio avere in cartella ebook o tomi cartacei, in California la professoressa Daphne Koller si è messa al lavoro nel laboratorio di Intelligenza Artificiale della Stanford University. Ne è venuto fuori Coursera, un progetto di e-learning gratuito, mondiale, di livello universitario.

Alcune cose da notare:
1) Studiare con un tutor personale è ancora oggi il metodo migliore di insegnamento, anche se il più costoso. Quindi il contatto umano nell’insegnamento non è proprio da cestinare. Infatti il progetto di e-learning lo prevede.
2) Le domande giuste danno migliori risultati delle risposte giuste. Quindi: a scuola è meglio un ebook o un libro di carta? è palesemente una domanda sbagliata. Dipende infatti da cosa vuoi insegnare e a chi. La Koller si pone la domanda giusta: Come faccio a dare un’educazione universitarià di qualità al maggior numero di persone al minor costo possibile? E poi: La tecnologia mi può aiutare? E una volta che il progetto partorisce risposte, arriva il momento della verifica dei risultati: qui stiamo andando maluccio. Si può correggere?

Insomma come le tre I di silviesca memoria, ma al contrario.

Per chi non sa l’inglese: nella barra in basso, dove c’è anche la linea rossa di avanzamento del video, si possono selezionare i sottotitoli in italiano, se già non vengono da soli. In basso a sinistra, poco fuori dal riquadro del video, si può selezionare “Show transcritp” per avere subito tutto il testo della trascrizione della conferenza in italiano.

Buona visione!

Daphne Koller: Cosa stiamo imparando dall’istruzione online

Wikipedia, educazione e pornografia

martedì 13 maggio 2008

Interessante articolo di Punto Informatico:

Wikipedia, educazione e pornografia
di Gaia Bottà

Dove si racconta di insegnanti che usano Wikipedia per insegnare e di insegnanti che usano Wikipedia per farsi le pippe e gridare “al lupo!”.

ilcomiziante

PS: nota per i pipparoli: se volete farvi le pippe non andate su Wikipedia. A meno che non vi eccitiate con le foto del bue muschiato. :-)