Posts Tagged ‘link’

Suicidio di massa

martedì 29 luglio 2014

Le politiche lungimiranti sulle cose di internet non sono tipiche dell’Italia. La Spagna vuole partecipare sul serio e portarsi avanti (Da puntoinformatico):

Spagna, link a pagamento
Approvata una legge che impone il pagamento di un balzello da parte di tutti i siti che linkano a contenuti editoriali giornalistici. Restano da chiarire le modalità di applicazione della nuova tassa, già soprannominata Google Tax
di Claudio Tamburrino

Come dicevo qui, se vuoi leggerti da solo avvisami. Ti lascio da solo. Ma a questo punto che cappero ci fai sul web?

La scoperta dell’acqua calda

venerdì 14 febbraio 2014

Basterebbe usare il buon senso: mettere un link ad un articolo pubblicamente accessibile sul web non equivale a copiarlo e non può violare nessun diritto d’autore. E’ semplicemente pubblicità gratuita e il destinatario del link dovrebbe solo ringraziare. Ma io andrei oltre: senza link fra fonti diverse il web non avrebbe ragione di esistere. Se pubblichi qualcosa sul web – e ne dai libero accesso – è perché vuoi essere letto, e per essere letti bisogna che qualcuno metta un link al tuo sito web, altrimenti è come stampare un manifesto e tenerne tutte le copie in cantina. Ok, si può fare. Ma ha senso?

L’ovvio però non è per tutti e infatti riconosco che mi è capitato di non capire cose ovvie per altri. Poi è bastato avere le giuste informazioni e oliare le sinapsi arrugginite e l’ovvio è apparso anche a me. Ma ad alcuni non basta. Qualcuno ha bisogno della carta bollata e sono sicuro che non ha ancora capito.

UE, il diritto di link è garantito
Non è necessario chiedere l’autorizzazione, ammesso che se si rinvii a contenuti messi online dagli aventi diritto in maniera gratuita e senza limitazioni d’accesso. Diverso il caso dei contenuti dietro paywall o dei contenuti pirata
di Claudio Tamburrino

Tutto questo per dirvi che se metto un link a qualcosa di vostro e voi non gradite la mia pubblicità, basta che me lo diciate. Vi accontenterò appena mi sarà possibile, tenendo conto della mia vita privata e delle mie risorse tecniche. Non sarò certo io a negarvi il diritto di tenere le vostre opere in cantina.

Promemoria

lunedì 22 settembre 2008

Da Punto Informatico:

Spagna, legali i link del P2P
di Gaia Bottà

Dove si racconta che in Spagna pubblicare un link non può essere reato, nemmeno se si punta ad un sito di P2P che potrebbe pubblicare, illegalmente, materiale protetto da copyright.

Esercizio: indovinare a cosa si appellano i detentori di questi copyright per rendere appetibile una legge che proibisce i link a siti che potrebbero avere materiale illegale (da estendere, ovviamente, anche al loro caso).

ilcomiziante

Powered by ScribeFire.