Posts Tagged ‘mariangela galatea vaglio’

[libro] L’italiano è bello

domenica 18 febbraio 2018

Autrice: Mariangela Galatea Vaglio
Titolo: L’italiano è bello – Una passeggiata tra storia, regole e bizzarrie
Editore: Sonzogno
Altro: ISBN: 9788845426551; 16,00€; p. 217; genere: saggistica, linguistica; suggerimenti di lettura di Giulio Mozzi

Voto: 6/10

Il saggio è diviso idealmente in tre parti: storia della lingua, una sezione di grammatica e una di retorica. Ci sono molte curiosità interessanti e riflessioni sugli ultimi sviluppi dell’italiano usato in rete e in TV; la parte di grammatica è noiosa, ma perché è noiosa la materia anche se Galatea fa di tutto per renderci l’argomento piacevole. Lo stile infatti è colloquiale e coinvolgente, ma tutto il volume soffre di un difetto: finisce tutto troppo in fretta. All’ultima pagina sembra di aver sorvolato tutto il mondo a velocità supersonica. Non sono quindi un caso la citazione iniziale del baciamano di Sacha Guitry e i suggerimenti finali di lettura curati da Giulio Mozzi.

Comunque sì, l’italiano è una bella lingua, vitale, fra le più studiate dopo quelle “utili” come l’inglese o lo spagnolo. Dovremmo averne più cura, studiarlo di più.

Buona lettura!

[libro] Socrate, per esempio

giovedì 14 settembre 2017

Autrice: Mariangela Galatea Vaglio
Titolo: Socrate, per esempio – Altre storie dal passato
Editore: Lit Edizioni s.r.l. – Collana Ultra Novel
Altro: ISBN 9788867763146, p.255, 16,00€, genere: saggio filosofico, storico

Voto: 7/10

Partiamo subito dai difetti: manca una cartina dei luoghi citati e una breve cronologia dei fatti e dei personaggi. Due cose che aiuterebbero molto a collocare i vari capitoli nel loro tempo e luogo.

Ma di cosa stiamo parlando? Chi ha già letto Didone, per esempio, avrà già capito: una rapida carrellata dei filosofi presocratici (siamo attorno al V secolo a.C.), con le loro storie, le loro filosofie, le loro avventure. Il taglio è colloquiale, quasi da conversazione dopo cena; lo scopo è fare vedere quanto siano attuali i filosofi di allora, quanto poco siano cambiati alcuni comportamenti nella politica nonostante i 2500 anni passati. E quindi troviamo Mileto, la città cosmopolita, gli esperti di marketing come Pisistrato (a lui pare dobbiamo la forma scritta dell’Iliade e dell’Odissea), la nascita della storia con Erodoto, le sette segrete con Pitagora, gli intrighi politici nell’ultimo capitolo, con Socrate, e tanto altro.

Non è un manuale di filosofia, sia chiaro, è evidente che molte lacune storiche sono state riempite dalla retorica di Galatea, ma non è nemmeno una ricostruzione inaccurata e fantasiosa della storia della filosofia. (Galatea è una studiosa della materia ed è molto precisa nella narrazione dei fatti.) È un tentativo, riuscito benissimo, di avvicinare un mondo che pensiamo lontano e invece è molto, molto vicino. Sono passati i secoli, ma alcuni comportamenti umani sono cambiati ben poco.

Buona lettura!

[libro] Didone, per esempio

sabato 4 luglio 2015

Autrice: Mariangela Galatea Vaglio
Titolo: Didone, per esempio – Nuove storie dal passato
Editore: Lit Edizioni s.r.l.
Altro: ISBN: 9788867761456, I edizione: giugno 2014, prezzo: 6,99 €, formato: epub, 317 KB, pagine: 192, genere: saggistica (storia), versione cartacea: ISBN: 9788867761029, 11,90€.

Voto: 8/10

Nato dalla rubrica Badilate di cultura del blog di Galatea, il saggio che ne è uscito non poteva che rispecchiarne lo spirito.

Lo scopo di Didone, per esempio non è dare informazioni precise e puntuali sulla vita dei personaggi dell’antichità, ma piuttosto riportare nei nostri canoni moderni la vita antica. I personaggi sono come adottati da Galatea, sono fatti suoi, vezzeggiati, sgridati, presi in grembo e mostrati in tutta la loro umanità. Certo, si perde forse in precisione storica, molte cose saranno inventate per riempire i buchi che la storia ci ha lasciato, molta Galatea sarà sicuramente finita dentro più di una descrizione – se cercate obiettività lasciate stare – ma l’operazione è riuscita perfettamente: durante la lettura avrete una disperata voglia di cercare il vostro manuale di storia delle superiori per ricordare altri particolari e per sapere chi c’è stato prima e dopo. Ecco, sarebbe stato utile, come appendice, un rapido bigino di storia, ma forse ne sarebbe uscito qualcosa di diverso.

Vi lascio alla lettura, quindi. E se siete degli studenti delle superiori questo saggio deve far parte della vostra biblioteca.

Per chi non fosse ancora convinto, un assaggio, il primo capitolo: Didone, per esempio.

Segnalo che l’avventura continua con i filosofi: Socrate, per esempio.