Posts Tagged ‘mondadori’

Sorprese, boicottaggi e rivelazioni

venerdì 27 agosto 2010

E’ stupefacente vedere come ci si accalora per le vicende fiscali della Mondadori e dei suoi collegamenti con il perenne conflitto di interessi del suo padrone Silvio. Entusiasmante perché quelle vicende fiscali sono, ad oggi, un non peccato e se anche lo fossero sarebbero veramente ridicole viste in prospettiva. Nessuno ricorda come fu acquistata la Mondadori da Silvio? Nessuno ricorda chi è e cosa ha fatto Silvio? Evidentemente la questione morale, se pubblicare o meno con Mondadori, è una cosa recente, recentissima, dovuta proprio al contenzioso fiscale. Un’epifania estiva. :->

Ora, io non so se sia giusto o meno pubblicare con Mondadori. Se sia possibile fare a meno di questo gruppo editoriale per pubblicare i propri scritti. Ognuno fa i suoi conti e ha la sua coscienza. Uno può anche cambiare idea, per carità. Però non faccia il sorpreso, quello che non immaginava il conflitto di interessi del padrone o che scopre oggi chi è il padrone, quel Silvio così cattivo, cattivo, cattivo. Non accampi scuse inverosimili: se uno pubblica con Mondadori fa gli interessi di Silvio. E’ così. Amen. Non muore nessuno. (Una parentesi. Per quelli che “a me non hanno mai censurato nulla di quello che scrivo con Mondadori” e che però sono o si sentono antiberlusconiani: se Silvio ti lascia pubblicare, vuol dire che quello che scrivi non lo danneggia. Per il target dei tuoi lettori e/o per quello che dici non lo danneggi. Garantito. Silvio ha tanti difetti ma non è stupido e sa badare benissimo ai propri interessi.)

Vi lascio con una rivelazione. Chissà, fra qualche anno si accorgeranno dello scandalo. Una cosa che tengono occulta da anni e nessuno se ne accorge. Segretissima. Il gruppo de L’Espresso e il gruppo Mondadori non sono rivali in editoria. I loro giornali non sono concorrenti, anzi, sono sinergici. Sorpresi? Veramente lo fui anch’io. Qualche anno fa, appassionato di Star Treck (*), mi sono comprato decine di numeri di Panorama per avere gli allegati del telefilm in DVD ad un prezzo ragionevole e a rate. (Sì, per amor di fantascienza ho finanziato anch’io Silvio. E tanto anche. Sic!) Panorama finiva direttamente nel bidone della carta, senza passare dal via. (No, non è vero. Alcuni numeri erano disponibili in bagno per favorire la peristalsi in caso di stipsi.) Come feci a sapere della cosa? La pubblicità degli allegati di Star Treck (*) di Panorama era su La Repubblica (che per fortuna non compravo. L’avevano i miei genitori in casa.) E su Panorama cosa trovavo? La pubblicità degli allegati di La Repubblica. Non so come fosse possibile la cosa. Avevano la stessa banca che li finanziava? Avevano la stessa agenzia pubblicitaria? Avevano lo stesso gruppo dirigente? Avevano lo stesso padrone? E’ così ancora oggi? Vi sembra normale che due editori concorrenti nella teoria si facciano pubblicità l’un l’altro? Non so. Vi lascio alle vostre riflessioni e alle vostre ricerche.

(*) secondo le ultime indicazioni ministeriali :->