Posts Tagged ‘papà’

Il difficile ruolo di padre

mercoledì 17 settembre 2014

Zar a suo figlio:

Una serie di fortunati eventi

Io sono ancora nel mezzo del cammin della sua crescita.

Una lettera al Papa /3

martedì 24 settembre 2013

Ormai è un’epidemia di lettere fra il Papa e i miscredenti.

Riassunto di questa puntata:
Il Professor Odifreddi (matematico) nel 2011 pubblica un libro dal titolo Caro Papa, ti scrivo. Dopo due anni il Papa, che nel frattempo è diventato Papa Emerito, gli risponde. Odifreddi è commosso fino al midollo, dimostrando di essere freddo solo di cognome. Commozione intellettuale? Fino ad un certo punto (sottolineatura mia):

“Una sorpresa e un’emozione che non vengono scalfite dal fatto di essere dei miscredenti, perché l’ateismo riguarda la ragione, mentre le personalità e i simboli del potere agiscono sui sentimenti.”

Di cosa hanno parlato? Dovrei leggere il libro di Odifreddi, per iniziare, ma non ne ho la minima intenzione. Di sicuro Odifreddi deve aver detto qualcosa sulla figura storica di Gesù. Con un Papa discuti della figura storica di Gesù?! E’ come se uno studente chiedesse al professore di Matematica durante la lezione qualcosa sulla vita quotidiana di Gauss. Interessante. Magari al bar dopo la lezione, però. Figurati poi se un papa, dopo più di 2000 anni di cattolicesimo, si fa fregare su questo punto! E’ come pretendere di insegnare a Gauss la matematica. Infatti lo smonta in un minuto.

Odifreddi deve aver trattato la materia religiosa come un teorema di matematica. Solo che la religione non è matematica; e quindi neanche l’ateismo lo è. Anche qui il Papa ha gioco facile:

“Vorrei, però, soprattutto far ancora notare che nella Sua religione della matematica tre temi fondamentali dell’esistenza umana restano non considerati: la libertà, l’amore e il male. […] Una religione che tralascia queste domande fondamentali resta vuota.”

Come non dare ragione al Papa? (Io che do ragione a Ratzinger… Un vero miracolo!) Per questo motivo penso che il libro di Odifreddi sia sicuramente un ottimo libro di matematica, ma un pessimo libro di religione.

Mi sono venute manie di grandezza. Come faccio a scrivere al Papa? Mi piacerebbe sapere che ne pensa delle idee di Fromm. In quante pagine me le smonterà? Poi magari gli faccio cambiare idea sull’ora di religione a scuola…

—-
Ratzinger: “Caro Odifreddi le racconto chi era Gesù”
La fede, la scienza, il male. Un dialogo a distanza fra Benedetto XVI e il matematico. Su Repubblica in edicola
BENEDETTO XVI – JOSEPH RATZINGER

Odifreddi: “Così Ratzinger mi ha risposto”

Una lettera al Papa

venerdì 13 settembre 2013

Ho leggiucchiato le domande che Scalfari ha fatto, più o meno indirettamente, al Papa. (Risposta del Papa qui.) Mi hanno stupito, a dire la verità. Scalfari si è dichiarato ateo e fiero di esserlo, ma le domande non erano affatto “da ateo”, semmai da credente cattolico con qualche dubbio da risolvere (numero 2 e 4, per esempio). Altre mi sono sembrate domande decisamente superate (la 1 e la 7). La 8 (e anche la 1 e la 7) dimostra che Scalfari non ha mai guardato una puntata di Star Trek e non legge fantascienza, dove si narra che la memoria è vita, a volte l’unica possibile e degna di essere vissuta. Che Dio esista o meno quando non ci saremo noi a pensarlo non è un problema nostro. Semmai di Dio. Sugli assoluti, anche qui la fantascienza ha scritto veri capolavori. Gli assoluti ci sono eccome, ma poi la vita è bastarda e li mette alla prova; una scelta va comunque fatta e non sempre è quella giusta, anzi, se il narratore è bravo, di solito tutte le scelte possibili sono sbagliate. Gli assoluti sono meno assoluti? Tutto è relativo? No. E’ la realtà che è incasinata e noi siamo esseri finiti e mortali. Ci adattiamo come possiamo. Sarà mica un peccato questo?

Al Papa, se proprio dovessi fare delle domande, chiederei cosa ne pensa del libro di Fromm Voi sarete come dei, dove si prospetta una religiosità non teistica e cosa ne pensa del pensiero di Einstein sul rapporto fra scienza e religione. Sono temi affrontati in modo inusuale, senza contrapposizioni, che propongono soluzioni sulle quali si discute poco, direi nulla. Ma a dire la verità perché dovrei chiedere l’opinione di un Papa? Una persona che ha deciso un cammino ben preciso, molto lontano dal mio, pubblico che di più non potrebbe essere e che certo non potrà neanche dire: interessante la tesi di Fromm, ci penso su e ci faccio un’enciclica.

A proposito, sapete qual’è la mail del Papa? Vorrei girargli le domande de Lacomizietta, così vediamo come se la cava con le bimbe di 8 anni (e ha iniziato a 3).

La fine del mondo è vicina /12

domenica 31 marzo 2013

Corri in edicola!
E’ uscito “Francesco, Habemus Papam. L’Album della gioia.“, l’album di figurine più santo dell’anno!

(Chi crede che questa sia la prima volta, si sbaglia: indovinate chi è l’altro papa che si è meritato l’album? Esatto.)

Morale per tutti

venerdì 15 gennaio 2010

Da Repubblica.it:

Il Papa: “La legge morale vale anche per non credenti”

Ammetto che ho ancora un poco di confusione (*) fra morale ed etica, e ancora meno so di morale naturale, ma nonostante questo posso dire due cose:
1) sono perfettamente  d’accordo che nel nostro cuore (DNA?) ci sia una morale;
2) non credo affatto che la Chiesa Cattolica, da questo fatto, tragga le giuste conseguenze.

Ne consegue che i non Cattolici continueranno per la loro strada, con buona pace del Papa.

(*) pagine 3 -8

Figlia virtuosa (e papà degenere)

giovedì 23 aprile 2009

Davanti ad una edicola piena di DVD vecchi e nuovi:

Papi: “Che bello, Comizietta! Il DVD di Cenerentola che volevamo comprare!” [La cassetta VHS è stata letteralmente consumata da tre generazioni di bambini. La Mami la sa recitare a memoria.]
Figlia: “No, Papi, non mi interessa. Bastano i film che abbiamo già.”
Papi: “Ma sei sicura? Neanche questo di Barbapapà che ci piace tanto? [Le avventure di Barbapapà, DVD regalato ai nipoti e da lei visto una volta. Ne ho cercato urbi et orbi un’altra copia, ma è fuori commercio.]
F: “No, non mi interessa.”
P: “Beh, Barbapapà lo prendo per me.” [Io che volevo avere come scusa le voglie de Lacomizietta! :-) ]

Per fortuna che il laser non consuma i DVD. Sono due settimane che vediamo vede solo Barbapapà.

Scomunica

mercoledì 22 aprile 2009

Da Repubblica.it:

Il Papa “Scomunica” Nietzsche, maestro di false libertà

“Friedrich Nietzsche – ricorda il Papa – ha dileggiato l’umiltà e l’obbedienza come virtù servili, mediante le quali gli uomini sarebbero stati repressi. Ha messo al loro posto la fierezza e la libertà assoluta dell’uomo”

Cosa dire: un’ottima occasione per andare a ripassare la filosofia di Nietzsche!

Il mio Papi

giovedì 19 marzo 2009

Come fa una bambina di quattro anni ad arrivare alla maggiore età, quando si sveglia alle 5.40 di sabato mattina? (E no, non si riaddormenta fino alle 21!)

Si intorta un po’ il Papi (esiste anche la versione intorta Mami):

“Il mio Papi bello!”
“Sei bellissimo!”
“Ti voglio tanto bene!”

Anche alla scuola materna sanno del problema :-) e quindi:


(C)2009 Lacomizietta per il disegno. Tutti i diritti riservati.

E poi Lacomizietta è la più bella bambina del mondo e questa sua bellezza è decisamente salvifica, per lei e per noi.

(Se pensate che dica questo perché sono il suo Papi, vi sbagliate di grosso. La bellezza de Lacomizietta è oggettiva, come disse il ginecologo che la fece nascere.)

ilcomiziante.papi

Doveri di padre

martedì 4 novembre 2008

Ieri mattina ero molto nervoso perché il mio vecchio pc sta lentamente agonizzando e non trovo un attimo di tempo per vedere a che punto è l’agonia. Confesso queste mie preoccupazioni a Lacomizietta, mia figlia.

NOTA: poiché è difficile spiegare a Lacomizietta cosa fa un sistemista, non sapendolo nemmeno lui, dico che al lavoro aggiusto i computer. Sono il dottore dei computer.

Papi: Sai Lacomizietta, il papi è un po’ nervoso perché il mio computer è rotto.
Figlia: Beh, papi, non ti preoccupare, vieni nella mia camera e ti presto i miei giochi.
P: Ma a me piace molto il mio computer, è un mio gioco, e vorrei tentare di ripararlo.
F: Ma a casa tu non devi fare il dottore dei computer, devi fare il Papi. Al lavoro aggiusti i computer. A casa fai il Papi.
P: Dici?
F: Certo! Magari lo fai riparare da un altro dottore dei computer.
P: Ma se sono io il dottore dei computer!
F: Eeee, non sei mica l’unico! Ce ne saranno altri di dottori dei computer!
P: Dici quindi che dovrei farlo riparare…
F: Senò vieni nella mia cameretta e giochi con me. Ti do i miei giochi.
P: Grazie, figlia mia, sei molto gentile e dolce…
F: Magari si è rotto perché l’hai usato tanto.
P: E’ molto vecchio…
F: E sì, le cose vecchie si rompono, perché uno le usa tanto e poi si rompono.
P: Già…

Powered by ScribeFire.