Posts Tagged ‘psichiatria’

Della depressione e della pressione

lunedì 30 marzo 2015

Stavo riflettendo sull’incidente aereo capitato in questi giorni, dove pare che il copilota Lubitz abbia causato il disastro e dove pare la sua paura fosse quella di rimanere senza lavoro e carriera. Mi venivano in mente alcune persone che conosco – e fra queste mi ci metto pure io – che a volte si fanno prendere dall’ansia da prestazione e vanno al lavoro anche quando non dovrebbero. Tanto è solo un raffreddore, tanto per questo piccolo taglietto che mi sono fatto al lavoro non vale la pena dire nulla e così via. Perché? Per non perdere le scadenze, per non avere guai con i superiori. Poi il raffreddore lo prendono tutti, e qualcuno con la febbre, e una piccola ferita da 2 giorni diventa una piaga da una settimana di prognosi. Ok, nessuno ammazza volontariamente e direttamente 150 persone, però lo spirito è quello: la società mi chiede di sacrificare la mia salute in nome delle produttività/dei soldi/di altre cose e io lo faccio perché altrimenti sono fuori. Tutti noi, ad un certo punto, ci fermiamo in questo gioco. Lubitz, probabilmente, non ce l’ha fatta: si è vendicato. Parlo per ipotesi, ovviamente, che probabilmente la verità – le ragioni di Lubitz – non la sapremo mai.

Uno psichiatra, però, sul ilPost ci mette in guardia dal deresponsabilizzarci socialmente e dal caricare sulla presunta malattia del pilota – la depressione – tutte le cause della sciagura. Troppo facile. Non funziona:

Lubitz e la depressione, andiamoci piano
di Anne Skomorowsky – Slate
Una psichiatra spiega che trarre conclusioni avventate sulle condizioni del copilota di Germanwings è sbagliato: chi uccide 150 persone non ha semplici intenzioni suicide