Posts Tagged ‘repubblicate’

Segretissimo!

sabato 14 marzo 2015

Deve essere una nuova rubrica di Repubblica.it in collaborazione con La Settimana Enigmistica. Trova il grosso scivolo si chiama. (Che la Settimana Enigmistica non scende mai in volgarità.)


In Toscana il castello in vendita più grande del mondo: ma il nome è top secret

È talmente segreto che ci sono 14 foto, il sito in cui è messo in vendita, il comune in cui si trova il castello, i proprietari che vendono e il prezzo. (Mi mancano solo i 28 milioni di euro per l’acquisto.)

Ha stato il T9

martedì 30 dicembre 2014

Capisco le abbreviazioni da SMS. Capisco gli errori volontari per apparire simpatici. Capisco gli errori da T9. Capisco gli errori e basta: anche i migliori li fanno. Capisco anche l’ignoranza, che non tutti hanno avuto la fortuna di imparare l’italiano quel tanto che basta per farsi capire. Poi c’è:

Ha stato il T9
di Alessandra Parenti
(Anche via Twitter)

(via colonnonino morboso di Repubblica.it)

Bianco o nero

sabato 20 dicembre 2014

Indicazioni utili per chi volesse essere d’aiuto. Da Repubblica.it:

Asti, tabaccaio ucciso: caccia ai rapinatori
Posti di blocco dei carabinieri per individuare i responsabili dell’assalto che è costato la vita ad un commerciante di 37 anni che avrebbe reagito per difendere la moglie. Il bottino sarebbe di poco più di 200 euro. Si cerca un’auto bianca. Indagini in ogni direzione, anche sul passato della vittima
di ERICA DI BLASI

Nell’articolo:

al momento non c’è traccia dei banditi che sarebbero fuggiti su un’auto scura dopo l’omicidio

Aggiornamento: Hanno corretto. La macchina da cercare è bianca. Per Repubblica.it aveva ragione il titolista. Per il titolista de LaStampa.it invece ha ragione la giornalista di repubblica.it:

Continua la caccia ai due killer del tabaccaio
Posti di blocco intorno alla città. Si cerca un’auto scura. Al momento del furto il titolare Manuel Bacco avrebbe reagito provocando la reazione dei ladri. Due i colpi sparati

La fine del mondo è vicina /29

mercoledì 27 agosto 2014

Lacomizietta, domani partirai per la prima colonia umana su Marte, insieme agli altri scelti fra i migliori per rinnovare il genere umano; sarà come una seconda arca di Noè. Come sai, non posso venire con te, ma sarò con te, come ci raccontavamo quando eri piccola. Ricordati quello che ti ho detto ieri, non ho nulla da aggiungere.

Io resterò qui ad aspettare la Fine del Genere Umano, almeno quello conosciuto sulla Terra. Sarò in riva al mare, tu sai dove, su una sdraia, sotto un ombrellone, il mio orologio subacqueo, gli occhiali da sole polarizzati, con alcuni libri a farmi compagnia, forse riuscirò a memorizzare il primo canto della Divina Commedia. Spero che la fine sia rapida ed indolore.

Addio.

Calderoli insiste: “Su di me macumba”. Papà Kyenge: “Hai fatto innervosire antenati”
L’ex ministro leghista: “Negli ultimi tempi mi è capitato di tutto, chiedo la revoca del rituale”. Clement Kikoko Kyenge effettuò un rito tribale dopo alcune frasi razziste dell’esponente leghista. Kyenge: “Sono cattolica, non credo a queste cose”

Anch’io

domenica 17 agosto 2014

Nel periodo estivo sappiamo che si inizia a scavare. Repubblica.it è sempre in prima linea con la pala.

Iniziò in primavera e se non ricordo male lo ha riproposto non tanti giorni fa:
Un’altra bellezza è possibile: quando le donne non si depilano

Oggi l’affondo:
Smagliature delle donne, segni di bellezza: amatevi così

Fermo restando che ogni essere umano ha diritto di sentirsi bello con quello che ha e ha diritto di proporsi al mondo come vuole, do una mano a eDue per la sua rubrica Ü:

1) Ho scoperto di essere glabro. Cioè le mie gambe praticamente sono perfettamente depilate, senza fare la ceretta.

2) A parità di condizioni, una donna depilata avrà nel mio immaginario un punteggio più alto. Comunque le sue gambe non possono essere più pelose delle mie, che diamine!

3) Devo assolutamente vincere la mia naturale pigrizia e fare un sito di uomini che si sentono belli sovrappeso, con i loro bei maniglioni dell’ammore. Poi lo segnalo a Repubblica.it.

4) Se a parità di condizioni una donna preferisce addominali ben scolpiti alla mia pancetta di che cosa la potrò accusare? Plagiata dalla pubblicità, dal maschilismo o dal femminismo?

Aggiornamento 18/08/2014:

L’avevo rimosso: anche gli uomini si depilano.

Aggiornamento 27/08/2014:

Ma poteva mancare il servizio sulle donne al naturale?

Così siamo noi, donne vere

Fra poco dovrebbe arrivare anche quello sugli uomini al naturale, con pancetta e calzino di spugna bianco. Aspettiamo pazienti.

L’indispensabile /52

sabato 26 luglio 2014

Può Repubblica.it, nella sua sezione D, nasconderci cose assolutamente indispensabili alla vita moderna? Lo potrebbe fare senza fare pubblicità ai siti che le vendono? La riposta è: NO

I 30 gadget più strani dell’estate

L’indispensabile /51

giovedì 17 luglio 2014

Grazie a Repubblica.it e alla segnalazione di eDue abbiamo 32 oggetti indispensabili:

Se le conosci non puoi farne a meno: le 32 invenzioni ignorate

La 18° in effetti lascia perplessi. Fra l’altro è usatissima.

Altre ipotesi

giovedì 17 luglio 2014

Una Postata:

Si è aperto un buco in Siberia
di Terrence McCoy – Washington Post
È largo più di 90 metri, lo ha mostrato in un video una tv russa: nessuno sa da cosa sia stato generato ma ci sono un paio di ipotesi

Il Siberian Times, però, è sul pezzo: ha scritto che «gli esperti sono sicuri» che esista una «spiegazione scientifica».

In alternativa gli esperti hanno altre ipotesi, non scientifiche:
1) il buco è stato provocato dal crollo della tana di Babbo Natale;
2) è stato un UFO (da Repubblica.it);
3) ha tirato un peto l’Unicorno Bianco.

Invece il Siberian Times ha detto:

Experts are confident that a scientific explanation will be found for it

Che suona: Gli esperti sono sicuri che troveranno una spiegazione scientifica per il fenomeno. Ah! Quindi non è stato Babbo Natale?

Antropode

venerdì 23 Mag 2014

Dal colonnino fuffa di laRepubblica:

Un granchio del cocco, il più grande antropode terrestre del mondo

L’indispensabile /49

venerdì 11 aprile 2014

Dalla colonna inutile di Repubblica:

Ode all’inutilità: gli oggetti che non potrai mai usare

Dove si fanno vedere gli oggetti inutili, ma artistici, dell’architetto greco Katerina Kamprani presentati al Salone del Mobile a Milano.

Secondo me quelli di 610 sono arrivati prima. Qui un assaggio.