Posts Tagged ‘utonti’

[blog] Servitevi da soli

venerdì 3 gennaio 2014

Segnalo ai 65-9 lettori questo blog:

Servitevi da soli

Dove un commesso in un negozio di elettrodomestici e altre cose racconta i suoi clienti. Se fosse vero la metà di quello che scrive potrei dire: “leggerete cose che voi umani…” (cit.). L’autore del blog sostiene che sia tutto vero, quindi che posso dirvi? Buona lettura!

(Grazie a La Selvatica Mente per la segnalazione)

Non funziona!

venerdì 19 ottobre 2012

In azienda abbiamo avuto dei grossi problemi con [nota marca di] firewall, con conseguente interruzione dell’internètte. Ripristinata la connessione le colleghe più problematiche sono state invitate a segnalarci ogni rallentamento o problema, anche se non ce n’era affatto bisogno. Di solito sono le prime che ci informano dei problemi e ci dispensano dall’installare un software di segnalazione: arriverebbe secondo.

Ieri, collega Utonta (CU): Non funziona più internet.
Io: Fammi vedere cosa fai.
CU: Volevo vedere una cosa su YouTube e vedi? Non va.
Io: Fammi vedere.
Mi avvicino, leggo la barra degli indirizzi: http://YOUTUBE/
Io: Guarda cosa c’è scritto nella barra degli indirizzi. Così non potrà mai funzionare!
CU: Ma no, io ho sempre scritto youtube qui e mi è sempre andato!
Io: Fammi vedere esattamente cosa fai.
CU: Scrivo qui youtube e poi seleziono la prima riga che mi propone Internet Explorer e vedi? Non funziona.
Io: Non funziona perché per errore è stato digitato http://YOUTUBE/ che è rimasto nella cronologia e te lo ripropone ogni volta che scrivi youtube. Se selezioni quella riga non vedi nulla. Se non la vuoi più vedere devi cancellare la cronologia.
CU: Ah, vabbè, ho capito. Fa niente. Seleziono la riga sotto. Ora funziona.

Altro caso. Ormai da anni l’indirizzo del nostro servizio webmail è https://nostroserviziodiwebmail. Se si dimentica la s di http non funziona, non c’è redirect.
Altra collega utonta (CU2): Non funziona la posta.
Io: Dove sei? [Alcuni colleghi da clienti problematici (=banche) hanno avuto problemi a collegarsi al nostro sito di webmail.]
CU2: Sono da [grossa banca italiana che ha dato problemi in passato] in via XYZ.
Nel frattempo controllo il sito della nostra posta. Tutto ok.
Io: Che browser usi? [Opera non è supportato]
CU2: Non so cos’è un browser. [Non ricordo cosa faccia di preciso ma lavora da diversi anni in un’azienda – la nostra – che si occupa di informatica. Non ci occupiamo di agricoltura, ma dovremmo.]
Accortasi di aver detto una stupidaggine si corregge.
CU2: Uso Internet Explorer. [E’ il browser giusto.]
Io: Hai messo la s dopo http?
CU2: Ma era l’indirizzo memorizzato nei preferiti… [Questo per dire quante volte consulta la mail aziendale.] Eh sì. Con htpps https funziona. Grazie mille.

(Dedicato al blog di BitMover.)

Gli Utonti

lunedì 9 gennaio 2012

Chi è un tennico e ha che fare con amici, colleghi o clienti che usano il pc e derivati, sa di cosa parliamo. Gli Utonti sono quelli che non solo non sanno nulla di ciò che stanno utilizzando, ma testardamente continuano a non volerne sapere nulla e di solito si credono anche furbi o competenti (questi ultimi sono i peggiori). Sono quelli che se vedono un messaggio con su scritto “clicca qui per continuare” ti guardano con due occhi così e ti dicono “non so cosa fare per andare avanti”.

Li raccontano abbastanza bene due blog:

Il favoloso mondo degli utOnti

e

Supporto Buongiorno.

Il primo, a dire il vero, è godibile più per gli addetti ai lavori che non ad un pubblico generico, che gli Utonti degli altri sono sempre più simpatici dei propri. Il secondo è a fumetti e molto più semplice da seguire e capire.

Un avvertimento. Anche ai migliori capita di diventare momentaneamente utonti. Ricordo ancora quando volli fare il brillante per connettermi ad una BBS. Non ci riuscivo e andai a rovistare con grande disprezzo del pericolo (il pc era della biblioteca!) in pericolosi meandri della configurazione, per scoprire, dopo 15 minuti di imprecazioni, che il modem era spento. Per fortuna non ebbi testimoni della figuraccia ed imparai a mie spese che bisogna sempre partire dai fondamentali.

Quindi essere utonti capita a tutti. Per essere Utonti ci vuole perseveranza. :-)