Posts Tagged ‘vandali’

Serve la politica

martedì 5 Mag 2015

Su come dovrebbero essere gestite le manifestazioni (anche violente) dalle forze dell’ordine. La risposta: anche con la politica. Chi l’avrebbe mai detto (da ilPost):

Cosa mancava a Milano venerdì
di Riccardo Gazzaniga – Sindacato Italiano Lavoratori Polizia CGIL
Lo spiega Riccardo Gazzaniga, poliziotto e scrittore, che era in servizio il primo maggio: perché la polizia ha deciso per “l’estremo contenimento”

Serve una discussione che sia politica, legislativa e infine tecnica. Mi pare che i cittadini, per primi, se ne siano resi conto, parlando di questi problemi, cercando di capire, prendendo posizione. Chiedendo risposte, come gli stessi poliziotti.
Come spesso accade, però, è la politica a dimostrarsi incapace di darle.

Con riferimento alla manifestazione NoExpo di venerdì, Uriel Fanelli fa delle interessanti riflessioni sulle conseguenze di un certo modo di gestire la folla di vandali:

Verso una polizia europea?

Anarchici con l’Audi

mercoledì 25 febbraio 2015

La tipica macchina dell’anarchico e il tipico pericolo dell’immigrato africano (da Repubblica.it):

Milano, writers in Audi dalla Svizzera per colpire in metrò. Il giudice: “Non fatevi più vedere”Il treno nel mirino dei vandali

Processo per direttissima ai due svizzeri e al belga fermati mentre vandalizzavano carrozze del metrò. Il giudice ha disposto il sequestro dell’auto sulla quale sono stati fermati per coprire i danni subiti da Atm
di FRANCO VANNI

Gli arrestati appartengono al gruppo Organisierte Radicals Genger. Si tratta di una crew tedesca, nata a Lipsia, con componenti in tutto il Nord Europa, che unisce passione per il writing vandalico a posizioni politiche anarchiche. In italiano il nome del gruppo significa ‘Antagonisti radicali organizzati’.

Ricordiamo che questi vandali tolgono risorse preziose al già disastrato servizio pubblico dei trasporti. Valutate voi la pericolosità.

Vandali

mercoledì 7 agosto 2013

Da Repubblica:

Gessate, imbratta un vagone del metrò: beccato writer tedesco, complici fuggiti
Il personale dell’Atm ha notato un gruppo di ragazzi che imbrattavano i treni. Il ragazzo è stato denunciato per imbrattamento e invasione di terreni. I complici sono stati rincorsi, ma sono riusciti a fuggire

Non è la prima volta che leggo sui giornali di vandali sorpresi a imbrattare metro e mezzi pubblici. La cosa che mi stupisce è che spesso (sempre?) sono stranieri nordici, svizzeri, tedeschi, eccetera. Vengono apposta in italia per fare atti di vandalismo. Come mai? Che se lo facessero nel loro paese li costringerebbero a pulire con la lingua e da noi se la cavano con un buffetto?