Posts Tagged ‘vita’

Domande /26

domenica 27 aprile 2014

Figlia, mentre si lava i denti: Fai Papi, ci fono delle folte che mi faffio delle fomanfe…
Papi: Finisci di lavarti i denti. Poi mi dici.
─ È che mi sto affenando per fuanfo fafò un’anifa.
─ Ti stai allenando per quando sarai un’anima?!
─ Inifio a farlare fuanfo non fosso.
─ Inizi a parlare quando non potresti. Ho capito. Ora finisci di lavarti i denti. Poi mi dici.
[…]
─ Dicevo che ci sono delle volte che mi vengono tantissime domande stranissime…
─ Tipo?
─ Allora la prima è: che cos’è il presente? La seconda è: chi sono io? Poi: cosa c’è dopo la morte? E infine: cosa c’è prima [della nascita]?
─ Domande facili facili, vedo.
─ Sì, ci penso tanto che il cervello mi va in tilt!
─ E sai già qualche risposta?
─ No, però, pensavo: chissà com’è l’anima che si toglie dal corpo. Esiste l’anima?
─ E chi lo sa? Nessuno l’ha mai vista. Delle cose che non possiamo misurare non possiamo dire nulla. Non possiamo conoscerle nel senso che non possiamo fare delle previsioni su quello che succederà o che potrebbe succedere. Però possiamo immaginarle.

Segue una lezione breve, che era ora di andare a dormire, di fisica, metafisica e fantascienza.

─ Alcuni autori di fantascienza immaginano che potremmo trasferire tutti i nostri pensieri in un computer e vivere indefinitamente in esso, magari anche in una macchina che si muove, un robot umanoide. Non è pazzesco?
─ No, non mi piace essere in una macchina. Preferisco morire.
─ Tranquilla, per ora è solo fantascienza. Buona notte.
─ ‘Notte.

Esperienze pre nascita

martedì 18 settembre 2012

Riporto, adattandolo, un ragionamento de Lacomizietta.

Figlia: Se uno avesse memoria di prima del suo concepimento saprebbe cosa vuol dire morire. Infatti prima della nascita non si esiste come quando si muore.
Papi: Ma non credi che con la nascita si crei l’anima, che prima non c’era? Un processo irreversibile…
Figlia: No, Papi. Da quando esiste l’universo esistono tutte le anime e con la nascita semplicemente si incarnano nelle persone.
Papi: Ma sei sicura della cosa?
Figlia: Certo Papi.

Il tema di cosa ci sia prima della nascita è sempre stato presente nei pensieri de Lacomizietta (a tre anni!), ma in questi giorni non è ritornato a caso. Alla Comizietta sono stati raccontati in tempi recenti due racconti di fantascienza. Il primo due anni fa. (Lei ha una memoria di ferro, quindi due anni fa è come oggi.) Si tratta di Tempo di passaggio (James G. Ballard – Tutti i racconti vol. 2 1963-1968 – Fanucci editore): la storia dei personaggi è ripercorsa a ritroso. Le persone vengono disseppellite, iniziano a vivere e ringiovaniscono. In questi giorni invece ho raccontato alcuni passaggi di Hyperion (Dan Simmons – Hyperion – Fanucci editore) in cui vi è un personaggio che ripercorre a ritroso la propria esistenza. A queste storie Lacomizietta ha aggiunto il suo pensiero.

Il problema dell’esistenza dell’anima è spinoso. Le teorie che girano in casa sono almeno due, anche se in parte sovrapposte. Ma saremo destinati a nuove vie filosofiche. Sapevatevelo.